Dagli anni '80 ad oggi Windows è stato il sistema operativo più diffuso al mondo. Ora, però, non lo è più. A superarlo, come ormai sembrava chiaro da tempo, è stato Android, il sistema operativo di Google dedicato agli smartphone che ora è anche quello più utilizzato per navigare sul web, come rivela la società di analisi StatCounter. L'OS di Big G ha raggiunto il 37,93 percento del mercato, mentre Windows segue da vicino con il 37,91 percento. Un risultato che cavalca l'onda del successo di Android, ormai diffuso in tutti gli smartphone non-Apple e unica vera alternativa ad iOS dopo il mezzo fallimento di Windows Phone.

"Si tratta di una pietra miliare nella storia della tecnologia e della fine di un’era" ha spiegato Aodham Cullen, CEO di StatCounter. "Segna il tramonto della leadership mondiale di Microsoft nel mercato dei sistemi operativi. E rappresenta anche un momento chiave per Android, che cinque anni fa deteneva una quota di utilizzo internet globale pari appena al 2,4 per cento". Poi, però, è arrivata la diffusione vera degli smartphone guidata sì da device come gli iPhone, ma che poi si è diffusa in ogni fascia di popolazione anche e soprattutto grazie ai telefoni dotati di Android.

Oggi, secondo le stime, quattro smartphone su cinque montano l'OS di Google, elemento che ha consentito il sorpasso di Windows. Ora al sistema operativo di Microsoft resta il primato nel settore PC, dove guida il mercato con una fetta dell'84 percento difficilmente raggiungibile dalla concorrenza. "Sarà difficile per Microsoft fare progressi nel mobile, anche se il prossimo cambiamento di paradigma potrebbe dargli l'opportunità di riconquistare la propria posizione di predominio" continua Cullen. Ora l'azienda di Redmond deve puntare su quelle che saranno le nuove tecnologie, come la realtà aumentata, l'intelligenza artificiale e dei device che uniscono il concetto di smartphone a quello di PC.