Il cadavere di un dipendente di Apple è stato ritrovato all'interno del quartier generale dell'azienda a Cupertino, in California. Lo riporta un giornalista della ABC7, Matt Keller, specificando che si tratta di un uomo e che accanto al corpo sarebbe stata ritrovata una pistola. La morte è stata confermata da un portavoce della polizia locale. Il corpo è stato ritrovato all'interno di una delle molte sale conferenze presenti all'interno del campus della mela, il principale degli Stati Uniti.

"Siamo addolorati per la tragica perdita di un giovane e talentuoso collega" ha commentato Apple in una nota. "I nostri pensieri e le nostre condoglianze più profonde vanno alla sua famiglia e ai suoi amici, incluse le persone che lavorano qui ad Apple. Stiamo lavorando per supportarli in ogni modo possibile in questo tempo difficile". Secondo le autorità si sarebbe trattato di un "incidente isolato" e probabilmente di suicidio, nessun altra persona sembra essere coinvolta nella questione. "Nessun altro dipendente è a rischio" ha spiegato Andrea Urena della polizia di Santa Clara.

Le chiamate d'emergenza indicano inizialmente una persona con una ferita alla testa mentre viene scortata fuori dal campus e, dopo pochi minuti, il ritrovamento del corpo all'interno di una sala conferenza. È ancora poco chiaro se le due chiamate si riferiscono alla stessa persona, ma alcune testate americane riportano che il dipendente ferito sarebbe una donna. Un lavoratore anonimo ha spiegato che molti colleghi non conoscono l'identità del morto e che l'azienda che offerto l'opportunità di prendersi il resto del giorno libero. In seguito alla notizia, le azioni di Apple sono crollate del 7%, probabilmente anche in risposta ai risultati finanziari in calo per la prima volta da 13 anni.