I social network sono lo specchio dell'anima. Nell'era della condivisione sfrenata su Facebook, Twitter, Instagram e così via, analisti e aziende specializzate in social media marketing danno sempre più rilevanza ai post pubblicati dagli utenti, per riuscire a comprendere il fenomeno sociale e studiare campagne di marketing sempre più personalizzate in base alle passioni, alle abitudini e ai caratteri di dei social network non può più fare a meno.

A mettere in risalto (ancora una volta) l'importanza dei contenuti che giornalmente si pubblicano sul social network è Five Labs, un nuovo servizio gratuito che basandosi su uno studio realizzato da  H. Andrew Schwartz, un ricercatore dell'Università della Pennsylvania, promette di psicoanalizzare i caratteri di tutti gli utenti del social network, basandosi sui post pubblicati nel corso del tempo.

Come analizzare la propria personalità e quella dei propri amici.

Analizzare i caratteri predominanti della personalità di un utente su Facebook è semplicissimo. Basterà recarsi sul sito ufficiale di Five Labs, cliccare sull'icona "Analize my posts" e aspettare qualche secondo. In pochi istanti la piattaforma elaborerà i dati e visualizzerà un grafico nel quale sarà possibile vedere un'analisi del proprio carattere in base a cinque tratti fondamentali: disponibilità, estroversione, cooperatività, nevroticismo e consapevolezza.

Effettuata l'analisi, la piattaforma darà la possibilità agli utenti di paragonare il proprio carattere non solo con quello di una serie di personalità importanti del panorama mondiale, ma anche con quello dei propri amici e dei propri partner. Nella parte inferiore del grafico infatti, verranno elencate le persone con le quali il sistema ha rilevato più similitudini caratteriali. Utilizzando il motore di ricerca interno, che nel momento del primo login ha indicizzato tutti gli amici collegati al profilo, sarà possibile cercare manualmente una determinata persona, conoscerne l'analisi caratteriale e paragonarla alla propria.

E' un'arma potentissima. A prescindere dall'accuratezza del sistema, che secondo i fondatori è molto preciso, ma che molti esperti ritengono poco affidabile, la piattaforma sviluppata da Five Labs è destinata a mettere in evidenza (se ancora ce ne fosse bisogno) la crescente tendenza dei dati accessibili ad applicazioni simili che si basano sempre di più sull'analisi in tempo reale dei contenuti pubblicati dagli utenti stessi: un settore importantissimo, soprattutto per i big del tech alla costante ricerca del metodo perfetto per convertire e monetizzare, che vede Facebook in prima linea (con il suo nuovo laboratorio di ricerca di New York) e Google a lavoro sull'ottimizzazione dell'intelligenza artificiale (grazie anche all'acquisizione di DeepMind, avvenuta lo scorso gennaio), ma mentre Five Labs analizza queste importantissime informazioni non memorizzando i dati ed eliminandoli dai propri database una volta effettuato il logout, probabilmente non sarà sempre così.

Insomma, il popolo dei social network sembra essere arrivato al punto di doversi chiedere ben prima della pubblicazione di un determinato contenuto o di un determinato post come i propri dati vengono acquisiti da aziende esterne e – soprattutto – come possono essere usati.