Steve Jobs, uno degli uomini più influenti e importanti a livello internazionale per aver rilanciato la tecnologia come una parte essenziale della vita umana, ha dichiarato, in accordo con il board dell’azienda di cui era Ceo, di dover abbandonare la sua posizione. L’annuncio ufficiale è arrivato ieri alle 18:30, resterà presidente e la carica di Chief Operating Officer dell’Apple Inc., azienda che lui stesso ha fondato così famosa da far diventare il brand quasi una religione per i consumatori, passerà a  Tim Cook, che lascerà quindi la carica di direttore generale.

Commoventi ma decise le parole di Jobs, come è nel suo stile, l’uomo che, dopo aver creato gli innovativi sistemi operativi di Macintosh e telefonia cellulare, iPhone e iPad, scrive

Ho sempre detto che se fosse venuto il giorno in cui non avrei potuto assolvere ai miei obblighi in qualità di CEO Apple, sarei stato il primo a farvelo sapere. Sfortunatamente, quel giorno è arrivato. Rassegno le mie dimissioni da CEO Apple. Vorrei servire, se il board lo ritiene opportuno, come Presidente, direttore e dipendente Apple. Per quanto concernente il mio successore, raccomando fortemente di eseguire il nostro piano di successione e di nominare Tim Cook come CEO Apple.

Già nel 2009 iniziarono i primi problemi fisici e annunciò che sarebbe stato un po’ assente, deludendo i suoi fan e i professionisti del settore che lo ascoltano e seguono con attenzione, soprattutto nei grandi eventi Apple WWDC: scrisse “Amo così tanto Apple e spero di tornare appena posso”. Adesso i problemi fisici sono peggiorati e l’abbandono della carica di Ceo gli farà perdere evidentemente il ruolo esecutivo e decisionale che gli competeva, relegandosi a semplice supervisor delle strategie dell’azienda. Non si conoscono bene i problemi di salute, ma già nei mesi scorsi erano state diffuse notizie su malanni al pancreas e dopo al fegato, con continue ricadute. Già durante l’ultimo WWDC era apparso smagrito, stanco ma sempre con la sua spinta emozionale e carica innovativa di sempre.

Quali saranno i nuovi prodotti Apple, dopo il successo planetario di iPod, iPhone e iPad? Apple costruisce modelli di personal computer tra i migliori al mondo dando anche uno stile di vita e un modo di pensare innovativo a chi li usa. Visto il background di Cook c’è da esser sicuri che la rivoluzione digitale, anche per quanto riguarda le future versioni dei media mobile, continueranno. Già sulla pagina dei profili ufficiali di Apple hanno aggiornato quello di Jobs che, anche se da dietro le quinte, rimarrà sempre la seconda icona del celebre brand della mela.