Gli americani fanno sempre meno sesso e la causa è da ricercare nei dispositivi che utilizziamo quotidianamente. Secondo una recente ricerca pubblicata su Archives of Sexual Behavior, negli anni '90 le persone facevano sesso generalmente tra le 60 e le 65 volte all'anno. Nel 2014, invece, un americano medio va a letto con un'altra persona circa 53 volte all'anno. Anche i Millennials e la cosiddetta Generazione Z farebbero meno sesso rispetto alle generazioni precedenti, sottolineando un trend che la ricerca attribuisce solo agli ultimi decenni: chi ha oltre 70 anni fa più sesso oggi rispetto al 1989.

La causa della diminuzione del sesso? Secondo la ricerca la problematica è da ricercare nel tempo sempre più lungo passato davanti agli schermi e, in particolare, al lavoro e alla pornografia. Sono queste le due cause principali che, secondo i ricercatori, hanno portato ad una diminuzione del sesso nella popolazione americana: gli orari di lavoro sempre più lunghi e la maggiore diffusione del porno. Il declino colpirebbe tutti indipendentemente da età, genere, luogo ed etnia, ma un gruppo risulterebbe particolarmente influenzato da questo cambiamento: le coppie sposate.

Nel 1989 questa categoria faceva sesso circa 67 volte all'anno, mentre nel 2014 questo dato è sceso a 56 volte. Allo stesso tempo, secondo i ricercatori molti 20enni restano single e non si sposano in giovane età, quindi fanno meno sesso perché non hanno partner stabili con cui farlo. La percentuale degli americani tra i 18 e i 29 anni che non vivono con un partner è aumentata dal 48 percento del 2005 al 64 percento del 2014. Resta comunque in parte un mistero la causa che ha portato alla diminuzione della vita sessuale degli americani. Lo studio indica alcune possibili cause, tra cui il tempo maggiore dedicato a lavoro e porno, il declino nella felicità degli over 30 e i cambiamenti culturali degli ultimi 20 anni, soprattutto quelli dovuti all'avvento dei social network e lo streaming. In breve, le persone potrebbero fare meno sesso perché troppo impegnate a guardare Netflix o Facebook.

"Guardatevi attorno: le persone che vanno fuori a cena sembrano più interessate allo smartphone che alla persona davanti a loro" ha spiegato Mark Regnerus, professore dell'università del Texas. "Ovviamente il sesso viene influenzato da queste circostanze". Bisogna anche sottolineare che lo studio ha le sue limitazioni. I ricercatori hanno analizzato i dati della General Social Survey, un sondaggio nazionale che può essere applicato con accuratezza solo alla popolazione eterosessuale. Inoltre, la definizione di "sesso" per alcuni può comprendere la masturbazione – sia in solitaria che con il proprio partner – mentre per altri no. "Non si tratta di un abbandono completo del sesso, ma di una diminuzione" continua Regnerus. Semmai sono le motivazioni che hanno portato a questa diminuzione che dovrebbero spaventarci.