In molti ci hanno fatto caso, ma in pochi hanno capito come riprodurlo. Da qualche settimana su Facebook è facile imbattersi in aggiornamenti di stato caratterizzati da una dimensione del font nettamente più grande rispetto al solito. Apparentemente, però, il social network non fornisce nessuna indicazione in merito a cosa fare per far sì che il testo appaia grande e non piccolo come ci ha abituati fino ad oggi. Così sul web sono in molti a chiedersi come fare a sfruttare una novità annunciata dal social network di Palo Alto nel corso dello scorso luglio. Il segreto? Non c'è: in realtà non si può scegliere la dimensione.

Già, perché a differenza di quanto pensato da molti utenti, è Facebook a decidere quali aggiornamenti di stato mostrare con testo ingrandito e quali lasciare a dimensione normale. Ovviamente non si tratta di una scelta fatta a casaccio, ma che, come annunciato nel corso dell'estate, segue un concetto ben chiaro. A definire quali messaggi dovranno essere mostrati in grade, infatti, è semplicemente la lunghezza: se un testo è breve, il social network lo metterà in risalto aumentandone le dimensioni, mentre se un testo è lungo lo lascerà normale, senza modificarne la dimensione. Facebook consente di avere un testo "grande" lungo circa 90 caratteri, che indicativamente non deve superare le tre righe. Se lo fa, il font sarà quello classico.

Una scelta che pare ovvia: se gli utenti potessero scegliere la dimensione del testo anche in aggiornamenti molto lunghi, il social network di Mark Zuckerberg si ritroverebbe invaso da testi enormi, frutto dell'inevitabile abuso dello strumento. In questo modo, invece, mette semplicemente in risalto i testi più brevi, che potrebbero facilmente perdersi sia sugli schermi più grandi che su quelli più piccoli degli smartphone, sommersi da foto, video e muraglie di testi. Insomma, se volete accedere ai testi più grandi, dovrete semplicemente scrivere di meno.