Che l'avvento di Free, futuro quarto operatore mobile italiano grazie alla fusione di Tre e Wind, faccia paura agli operatori italiani è un fatto ormai noto. Il motivo lo si scopre semplicemente aprendo il sito web dell'operatore francese: le tariffe estremamente concorrenziali. Anche senza abbonarsi né usufruire dei pacchetti che integrano la possibilità di accedere a contenuti on-demand o prevedono una linea fissa, Free Mobile offre l'accesso a due soluzioni destinate agli smartphone estremamente convenienti. Che, di fatto, attualmente non hanno paragoni qui in Italia.

Le offerte e gli abbonamenti di Free Mobile.

La prima, quella più vantaggiosa, costa solo 2 euro al mese e offre 120 minuti di chiamate verso 100 paesi del mondo, SMS e MMS illimitati e 50 MB di traffico dati 3G e 4G. Oltre le soglie è previsto un costo di 0,05 euro al minuto per le chiamate e 0,05 euro al MB. L'offerta più completa è invece quella da 19,99 euro al mese, che comprende chiamate illimitate verso 100 paesi, SMS e MMS illimitati verso 100 paesi, in Europa e nei dipartimenti d'oltremare francesi e ben 50 GB di traffico dati in 4G, che scende a 3 GB nel caso in cui si possa utilizzare solo la rete 3G.

Le offerte di Free Mobile in Italia.

E nel nostro paese? Sicuramente ciò che sta facendo tremare la concorrenza è proprio il panorama francese, nel quale l'operatore nato nel 2002 – ma che ha attivato la sua offerta mobile nel 2012 – è già riuscito a raccogliere più di 12 milioni di utenti. Un successo dovuto ovviamente alle tariffe estremamente vantaggiose che le altre realtà semplicemente faticano a raggiungere. È plausibile, quindi, che anche in Italia la strategia sia la stessa, magari con prezzi vicini a quelli francesi. D'altronde l'azienda si è già assicurata un'infrastruttura solida con un investimento pari a 450 milioni di euro, tanto da preoccupare sia Tim che Vodafone.

Vota l'articolo:
3.91 su 5.00 basato su 206 voti.
Aggiungi un commento!