Nel corso delle ultime ore il team di Google ha annunciato di aver migliorato il servizio Translate grazie all'utilizzo delle reti neurali. A partire dalla giornata di oggi, infatti, Google Traduttore offre risultati migliori rispetto alle traduzioni effettuate fino a qualche giorno fa che sfruttavano esclusivamente l’analisi di parole in sequenza a differenza di quello attuale che è in grado di valutare la traduzione in base ad intere frasi.

Come annunciato dal team del colosso di Mountain View: "La prossima volta che userete Google Traduttore potreste notare che la traduzione è più accurata e più facile da capire. Il motivo è che le parole e le frasi che traducete dall’inglese all’italiano ora usano la nostra tecnologia più avanzata: la traduzione automatica mediante reti neurali".

Il prossimo obiettivo è quello di estendere l'utilizzo di questa funzionalità anche per le traduzioni automatiche delle pagine Web tramite il browser Chrome. Le traduzioni di Google tramite l’impiego delle reti neurali è già disponibile all'interno della versione web accessibile all'indirizzo translate.google.it ma anche tramite le app per smartphone e tablet con sistema operativo Android e iOS.

Intervistato dalla redazione dell'ANSA il capo degli ingegneri di Google Translate Macduff Hughes ha dichiarato: "E' stato semplice trasportare questo modello nella lingua italiana, abbiamo ottenuto buoni risultati. Inoltre abbiamo ricercatori e ingegneri italiani nella nostra squadra, ci aiuta a controllare i progressi". Di grande aiuto anche i numerosi feedback degli utenti che ogni giorno utilizzano le piattaforme di Big G: "Un grosso ringraziamento va alle migliaia di italiani che hanno condiviso i propri suggerimenti: i contributi alla Community di Google Traduttore ci aiutano a migliorare".