Il team di Google ha da poche ore annunciato che a partire dal prossimo 17 aprile il servizio Spaces verrà chiuso. Google Spaces è stato annunciato dal colosso di Mountain View poco meno di un anno fa, nel maggio 2016, ma nonostante la sua giovane età l'azienda ha deciso di abbandonare il progetto poiché non è riuscito a conquistare nel modo sperato gli utenti.

Purtroppo la presenza di social network quali Facebook e app di messaggistica come WhatsApp non hanno permesso a Google Spaces di imporsi sul mercato, il progetto è nato come applicazione per smartphone Android, iOS e Web attraverso cui era possibile creare gruppi privati in cui gli iscritti avevano la possibilità di condividere link, immagini, video, link e qualsiasi altra tipologia di contenuto senza la necessità di abbandonare l’applicazione.

A circa dieci mesi dal debutto però dalle pagine del supporto ufficiale arriva la notizia dell'ormai imminente chiusura: "Innanzitutto, grazie a coloro che hanno utilizzato Spaces. È stata una decisione difficile, è difficile dirsi addio. Il nostro obiettivo, con Spaces, era quello di creare una migliore esperienza di condivisione all’interno di piccoli gruppi. Faremo tesoro di quanto imparato per migliorare gli altri prodotti e servizi di Google. Grazie ancora per il vostro supporto".

"Abbiamo voluto creare una migliore esperienza di condivisione per i gruppi, così abbiamo realizzato una nuova applicazione chiamata Spaces che consente agli utenti di riunire istantaneamente più persone all’interno di un gruppo focalizzato su un argomento."

In attesa del 17 aprile 2017, giornata in cui il team di Big G eliminerà l’intero database del servizio, già dallo scorso 3 marzo gli ingegneri di Google hanno bloccato la possibilità di creare nuovi elementi rendendo di fatto Google Spaces disponibile in modalità di sola lettura.