Secondo quanto riportato nel corso delle ultime ore dalla redazione del Wall Street Journal, nel corso delle prossime settimane il team di Google potrebbe annunciare un nuovo progetto che prende spunto dalla sezione Discover di Snapchat: Google Stamp. Secondo le prime indiscrezioni diffuse dalla fonte, Stamp rappresenterà il punto d’incontro tra le Storie e il sistema AMP (Accelerated Mobile Pages), il nuovo formato delle pagine web ideato da Google per consentirne l'apertura rapida tramite dispositivi mobili.

Stando a quanto riportato dai giornalisti del Wall Street Journal Google Stamp funzionerà in modo simile a Discover di Snapchat e agli Instant Articles di Facebook, gli utenti avranno così modo di accedere alle notizie più interessanti tramite il motore di ricerca. Una nuova sezione consentirà di leggere in modo rapido e intuitivo le principali notizie degli argomenti di interesse tramite la sezione "Stories to read" che con buona probabilità verrà tradotto in italiano con "Storie da leggere". Tra i primi editori che hanno aderito all'iniziativa di Big G troviamo The Washington Post, Time, CNN, Mic e Vox Media.

Secondo i rumor gli stessi editori avranno la possibilità di includere Stamp anche all'interno delle testate anche se al momento non è chiaro in che modo queste potranno essere implementate. Nonostante per ben due volte Google ha tentato di acquisire la società di Evan Spiegel, dunque, i vertici di Google hanno dimostrato di poter realizzare un prodotto analogo che sfrutta alcune delle funzionalità che caratterizzano Snapchat. Non ci resta ora che attendere l'annuncio ufficiale per scoprire tutte le feature offerte dal nuovo Stamp di Google.