Nel corso delle ultime ore dalle pagine del portale Thurrott.com sono state rilasciate una serie di nuove informazioni sul visore per la realtà aumentata HoloLens, al momento disponibile solo in una versione per sviluppatori al prezzo di circa 3.000 dollari. Secondo quanto riportato dal giornalista Brad Sams, il visore per la realtà aumentata di Microsoft sarà disponibile per i consumatori non prima del 2019.

Stando alla fonte, infatti, il colosso di Redmond avrebbe bloccato lo sviluppo della seconda generazione di Microsoft HoloLens per concentrare l'attenzione sulla terza versione del dispositivo che potrebbe richiedere ancora molti mesi di sviluppo. Secondo la redazione del portale Thurrott, infatti, il visore per la realtà aumentata di Microsoft sarebbe ancora in fase di test tanto da aver portato gli ingegneri della società di Redmond a bloccare lo sviluppo della seconda versione per apportare diversi miglioramenti che saranno visibili a partire dalla terza versione del device che offrirà con buona probabilità un'inedito design, più piccolo, più leggero e soprattutto più economico.

Annullando lo sviluppo della seconda versione degli HoloLens, il team di Microsoft avrà maggiore tempo da dedicare allo sviluppo della terza generazione che con buona probabilità arriverà sul mercato solo a partire dal 2019. La prima versione degli HoloLens di Microsoft è stata annunciata a gennaio 2015 come uno speciale visore che permetterà di sfruttare le possibilità offerte dagli ologrammi grazie alla realtà aumentata. Il device è simile a visori per la realtà virtuale come Oculus Rift ma, al posto di immergerci in un'altra realtà, inserisce gli elementi virtuali all'interno del nostro mondo. Con HoloLens continueremo a vedere il salotto di casa, ma ma in esso potranno apparire schermate di Skype, applicazioni, castelli, motociclette e persino pianeti inesplorati.