Secondo quanto riportato nel corso della giornata di oggi dalla redazione di Bloomberg, Huawei potrebbe presto annunciare un nuovo assistente personale che verrà integrato all'interno di tutti i prossimi smartphone del produttore cinese. Oltre a Siri, Alexa, Cortana e Bixby, dunque, presto anche Huawei offrirà ai suoi utente un assistente virtuale in grado di aiutare gli utenti tramite i comandi vocali. In più occasioni i vertici della compagnia cinese hanno annunciato la volontà di diventare il primo produttore mondiale di dispositivi mobile, superando Samsung ed Apple.

Per raggiungere questo obiettivo l'azienda sta investendo molto e dopo aver iniziato a distribuire i processori Kirin, ora punta a sviluppare una nuova tecnologia da integrare sui prossimi device Huawei. Dalle prime indiscrezioni diffuse in Rete sembrerebbe che al momento l'azienda cinese avrebbe attivato un team di oltre 100 ingegneri impegnati con lo sviluppo del nuovo assistente virtuale presso la sede di Shenzhen. Inizialmente il software sarà reso disponibile solo nel mercato cinese dove molti dei servizi offerti da Google sono bloccati dal governo, offrendo di fatto a Huawei la possibilità di conquistare buona parte degli utenti della Cina.

La realizzazione dell'assistente virtuale di Huawei rappresenta il primo prodotto nato in seguito alla partnership con l'University of California, Berkeley, una collaborazione siglata ad ottobre 2016 in cui Huawei ha investito un milione di dollari per migliorare lo sviluppo di una serie di tecnologie come l'intelligenza artificiale, deep learning, computer vision e natural language processing. Non ci resta dunque che aspettare nuovi aggiornamenti sullo sviluppo di questa novità per scoprire se questo assistente virtuale verrà rilasciato anche in America e nel resto del mondo.