Secondo quanto riportato nel corso delle ultime ore dalla società di sicurezza informatica McAfee, nel corso dell'ultimo anno il numero di attacchi malware a danno dei Mac è cresciuto esponenzialmente. Come riportato nell'ultimo report pubblicato dall'azienda, infatti, nel corso del quarto trimestre del 2016 sono stati individuati circa 460.000 episodi di malware destinati ai sistemi operativi OS X e macOS, facendo registrare una crescita pari al 700% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Tra i motivi che avrebbero favorito la crescita di minacce informatiche a danno dei dispositivi della mela morsicata l'aumento di popolarità della piattaforma ed il conseguente numero di utenti che scelgono computer con il sistema operativo del colosso di Cupertino. Nonostante ciò, come confermato dalla software house McAfee, gli attacchi informatici a danno dei Mac risultano meno pericolosi rispetto a quelli destinati ai PC Windows.

Come evidenziato dagli analisti della nota azienda specializzata in soluzioni di sicurezza software, l'infezione può essere evitata per gli utenti Apple con qualche soluzione semplice come la richiesta di password in caso di installazione di programmi poco sicuri o la possibilità di impostare macOS affinché sul dispositivo vengano installati software da sviluppatori certificati Apple. Tra le minacce più diffuse tra gli utenti Apple si segnalano gli adware, software in grado di disturbare l'utente con banner e popup informativi che si aprono in automatico durante la navigazione.