In questi giorni il Galaxy S8 sta raggiungendo i consumatori di tutto il mondo, che a breve potranno mettere le mani sul dispositivo senza bordi di Samsung e, in alcuni casi, scovare cosa si cela sotto l'Infinity Display che lo caratterizza. È questo il caso dei vari siti specializzati nella meticolosa apertura del dispositivo alla ricerca di ogni componente interno, pratica che spesso comporta l'individuazione di curiosità inaspettate. Come un simbolo che, di fatto, sembra intendere il divieto di utilizzo da parte dei cani. All'interno del Galaxy S8, infatti, si trova un piccolo adesivo che raffigura un cane con una sbarra sopra.

Ma cosa significa questo adesivo? Samsung odia forse i cani? No di certo, anzi. L'adesivo è posizionato sopra la batteria del nuovo smartphone dell'azienda sudcoreana e fa riferimento proprio a questo elemento: l'avviso è quello di non permettere ai cani di giocare con la batteria nel caso in cui ci si trovasse a smontare il dispositivo portatile. Insomma, nonostante le forme soffici, la batteria non deve ovviamente essere usata come giocattolo da un cane, perché gli elementi al suo interno sono molto tossici. Ingerirla può portare a ustioni, irritazioni, perdita di appetito, diarrea, dolori addominali e danneggiamenti dell'apparato digerente del cane.

Ovviamente l'ingestione della batteria è tossica anche per gli umani, ma generalmente non sussiste il rischio di morderla, a differenza dei cani. Forandone il rivestimento, inoltre, si rischia di avviare una reazione che può portare all'esplosione della batteria, soprattutto in presenza di un voltaggio più alto. Il Galaxy S8, in ogni caso, sembra essere ben protetto da questa eventualità, come hanno dimostrato alcuni crash test. L'S8 non è il primo dispositivo di Samsung ad essere caratterizzato dall'adesivo di divieto per i cani: il simbolo è apparso per le prima volta nel 2015 con i Galaxy S5 e Note 4. Precedentemente, invece, l'adesivo indicava un divieto per i bambini. Evidentemente l'azienda deve aver pensato che il rischio di morso da parte di un cane fosse più alto rispetto a quello di un bambino. L'unica altra azienda ad utilizzare il divieto è LG.