L'Italia si posiziona al sesto posto nella classifica europea dei prezzi di internet da dispositivi mobile, come smartphone e tablet. In media l'esborso per un GB di dati mensile è di 5,56 euro, mentre le offerte di fascia bassa propongono generalmente 2 GB di traffico web al mese, più una media di 500 minuti e 500 messaggi. Elementi che ci fanno guadagnare una posizione tutto sommato buona nel panorama europeo, dove figurano paesi decisamente più costosi come Germania e Gran Bretagna, dove si arriva a, rispettivamente, 10 e 12 euro per un singolo GB di traffico.

A rivelarlo è un studio di SosTariffe.it, portale che ha analizzato le varie offerte presenti in Europa per stilare una classifica completa della situazione dell'internet da mobile. Finlandia, Francia, Irlanda, Lituania e Polonia sono i paesi più economici quando si parla di pacchetti legati al traffico web da smartphone e tablet, con un leggero ma incisivo distacco tra il quinto e sesto posto, occupato, appunto, dall'Italia. La prima in classifica, la Finlandia, offre un GB di dati a 1,67 euro, con un costo medio mensile di 17,23 euro per 10 GB, 766 minuti di chiamate e 766 SMS.

Il distacco più importante si nota però nella quantità di traffico a disposizione: le nazioni ai primi posti arrivano ad offrire a prezzi piuttosto contenuti oltre 10 GB di dati, mentre l'Italia si ferma in media a 2 GB al mese. Si può arrivare a 8 o 10 GB (rispettivamente Tre e Wind), ma solo con un esborso che va dai 25 ai 30 euro mensili. In Italia, peraltro, risulta ancora complessa la situazione del 4G, di fatto in mano ai due grandi operatori TIM e Vodafone che costringono gli altri ad un inseguimento che li vede ancora molti passi indietro. Così come il nostro paese è generalmente arretrato dal punto di vista delle chiamate e degli SMS, che, seppur ormai offerti in quantità ingenti, non sono illimitati come in molte altre realtà europee.