iOS 10 è arrivato portando con sé una schermata di sblocco totalmente rinnovata, che come più grande rivoluzione va ad eliminare il famoso "Scorri per sbloccare", talmente radicato all'interno dell'ecosistema della mela da aver rappresentato uno dei simboli di iOS ed essere stato al centro di diverse dispute legali con Android. In iOS 10 l'iPhone si sblocca solo tramite il tasto home, il codice e l'impronta digitale. Quest'ultima, però, non funziona più come in iOS 9, dove bastava accedere lo schermo e appoggiare il dito sul sensore TouchID per accedere alla Home. Ora bisogna premere il tasto, elemento che a molti utenti non è andato giù.

In breve, se un tempo bastava appoggiare il dito sul sensore con lo schermo acceso, ora dovremo per forza di cose premere il tasto Home per accedere alla schermata principale. Se una notifica attiverà lo schermo o se questo sarà acceso per altri motivi (per esempio perché abbiamo premuto il tasto on/off o utilizzato la nuova funzione legata al movimento su iPhone 6S e 6S Plus), quindi, appoggiare il dito non basterà a sbloccare il telefono: dovremo per forza premere il pusalnte. Una procedura che può risultare scomoda e della quale molti utenti si stanno lamentando. Una soluzione, però, c'è e riporta il tasto al suo funzionamento originale.

Per modificare la modalità di sblocco dovrete recarvi nel menu Impostazioni, selezionare Generali, Accessibilità e Tasto Home. A questo punto non dovrete fare altro che attivare la voce "Appoggia il dito per continuare". Una volta fatto, il funzionamento sarà identico a quello che caratterizzava il tasto su iOS 9. Con iPhone 6S si potrà sollevare il telefono attivando lo schermo, appoggiare il dito e sbloccare il telefono oppure premere una volta sul tasto Home a schermo schermo; su iPhone 5S/6 bisognerà premere il pulsante una sola volta; mentre su iPhone 5 dovrete cliccare due volte per sbloccare lo smartphone. La stessa procedura funziona anche su iPad.