A pochi giorni dall'uscita nei negozi dei nuovi iPhone 7 e 7 Plus, che ricordiamo saranno disponibili negli store Apple a partire da venerdì 16 settembre, da Cupertino arriva la conferma che quest'anno non verranno svelati i dati di vendita del primo weekend di commercializzazione. Come spiegato dal portavoce Apple Kristin Huguet

"Poiché abbiamo esteso la nostra distribuzione a operatori e rivenditori in centinaia di migliaia di location in tutto il mondo, siamo già nella posizione di sapere, ancor prima di prendere una sola prenotazione, che esauriremo le scorte di iPhone 7. Queste vendite iniziali saranno governate dalla disponibilità del prodotto, non dalla domanda, e pertanto abbiamo deciso che il numero di iPhone venduti non è più una metrica rappresentativa per i nostri investitori e i nostri clienti".

Da questa dichiarazione dunque l'azienda californiana conferma che rinuncerà al tradizionale annuncio e non rivelerà il numero di smartphone venduti durante i primi tre giorni di disponibilità sul mercato. Fino all'anno scorso analisti, giornalisti e fan della mela morsicata attendevano il lunedì seguente all'uscita del nuovo dispositivo per comprendere, in modo abbastanza veloce e poco preciso, il successo o meno del nuovo modello.

Come spiegato dal portavoce dell'azienda però, visto che quest'anno i nuovi iPhone 7 e iPhone 7 Plus saranno in vendita fin da subito in centinaia di migliaia di location in tutto il mondo, è chiaro che le unità disponibili il giorno del lancio saranno esaurite in poche ore e non tutti i clienti interessati all'acquisto potranno essere accontentati. Per questo motivo risulta inutile diffondere il numero di unità vendute poiché questo sarà una cifra che riguarderà esclusivamente il numero di smartphone prodotti in tempo per la data di uscita e non l'effettiva richiesta da parte dei clienti.