Manca circa una settimana alla conferenza di lancio di quello che si è già trasformato in uno degli iPhone più importanti mai annunciati da Apple. In parte perché segna il decimo anniversario dal lancio del primo modello e in parte perché stando alle indiscrezioni – ormai praticamente confermate – si tratterà di una versione realmente rinnovata dello smartphone della mela, che per la prima volta dovrebbe stravolgere completamente le forme e le dimensioni del dispositivo. Allo stesso tempo, però, si è generata una notevole confusione riguardante il nome che Apple dovrebbe dare alle proposte in arrivo il prossimo 12 settembre. Già, perché da Cupertino arriveranno tre nuovi iPhone ma solo due avranno nomi familiari. A svelarlo sono alcuni importanti produttori di custodie.

iPhone 8 e 8 Plus.

Fino ad oggi la maggior parte delle indiscrezioni indicavano che la proposta di "fascia bassa" – si fa per dire – si sarebbe chiamata iPhone 7S e 7S Plus, come la mela ci ha abituati nel corso degli ultimi anni. Secondo alcuni produttori di custodie, invece, i nuovi iPhone si chiameranno direttamente iPhone 8 e 8 Plus. Si tratterà comunque di versioni aggiornate dell'attuale generazione di smartphone, come appunto accadeva ad anni dispari per i modelli usciti nel corso dell'ultimo decennio. Gli iPhone 8 e 8 Plus dovrebbero quindi proporre le stesse forme degli attuali iPhone 7, ma godere di alcuni miglioramenti interni legati ad elementi come processore e fotocamera. La scelta di passare direttamente al numero successivo è probabilmente dovuta alla volontà di lanciare un terzo modello, che renderebbe la dicitura "7S" un po' troppo "vecchia".

iPhone Edition.

È probabilmente il modello più atteso e quello che più sta facendo discutere il web. Sul nome c'è sempre stata titubanza – c'era chi lo chiamava iPhone 8 e chi lo definiva iPhone Pro – ma ormai le sue forme sono praticamente confermate: la parte frontale sarà quasi interamente composta dal display, in maniera simile a quanto già avviene sul Galaxy S8. Sul retro, invece, sarà presente una doppia fotocamera dal look simile a quella dell'iPhone 7, ma con le lenti disposte in verticale e non in orizzontale. Resta un mistero la presenza o meno del Touch ID, cioè il sensore per le impronte digitali: l'assenza del tasto Home fisico potrebbe comportare la rimozione di questa funzione, che però potrebbe essere stata inserita al di sotto del vetro frontale con un grande sforzo ingegneristico. L'iPhone Edition potrà comunque essere sbloccato attraverso il riconoscimento del viso, che potrebbe anche sostituire completamente l'utilizzo delle impronte digitali. Il prezzo di questo modello, il primo a rivoluzionare completamente gli iPhone, dovrebbe però non essere economico: si parla di un prezzo di partenza di circa 1.000 dollari.

iPhone 7 e 7 Plus.

Ad accompagnare il lancio dei nuovi iPhone, com'è ormai tradizione per gli smartphone della mela, ci sarà con molta probabilità il modello attualmente presente sul mercato. Non si tratterà di un nuovo annuncio, quindi, ma solo di una continuazione delle vendite della versione attuale. Un elemento importante per chi non vuole spendere un prezzo elevato per il modello principale – che peraltro quest'anno dovrebbe essere ancora più costoso – ma senza precludersi la possibilità di acquistare uno smartphone della mela di buon livello. Gli iPhone attualmente in commercio dovrebbero subire un taglio di prezzo, ma resteranno in vendita all'interno degli store.