A pochi giorni di distanza dalla notizia diffusa dallo sviluppatore Steven Troughton-Smith che analizzando il firmware beta dello speaker HomePod ha scoperto la funzione di riconoscimento del volto dell'iPhone 8, oggi da un portale giapponese arrivano nuovi dettagli su Face ID. Secondo le ultime indiscrezioni provenienti da fonti asiatiche, infatti, il nuovo smartphone della mela morsicata potrebbe sostituire il Touch ID con un nuovo sistema di autenticazione tramite la scansione del volto.

Dall'immagine pubblicata dalla testata giapponese si può infatti notare la parte frontale del nuovo iPhone 8 che a causa dell'elevato screen-to-body ratio non offre più il pulsante Home con il lettore di impronte digitali Touch ID ma presenta vicino alla fotocamera frontale FaceTime tre scanner dell’iride, dei quali i due a sinistra servirebbero proprio per il riconoscimento facciale. Da giorni si parla di questa nuova funzionalità dell'iPhone 8 sebbene ad oggi non sia chiaro se l'azienda di Cupertino continuerà a mantenere disponibile il Touch ID, magari spostandolo sul retro, sotto il vetro del display o all'interno del pulsante di accensione. La nuova tecnologia di autenticazione non verrà utilizzata solo per sbloccare lo smartphone ma anche per autorizzare i pagamenti tramite Apple Pay ed effettuare acquisti su App Store.

Con buona probabilità nel caso in cui venisse utilizzata per i pagamenti si evidenzia che Face ID rappresenterà solo un'operazione aggiuntiva e non potrà essere utilizzata come unica soluzione per autorizzare i pagamenti poiché considerata meno sicura. Tra le scoperte provenienti dal software di HomePod anche la feature "Resting Unlock" che potrebbe consentire di sbloccare l’iPhone senza avvicinarlo agli occhi. Restiamo ora in attesa della data di presentazione del nuovo iPhone 8 che ricordiamo dovrebbe venir fissata per il mese di settembre.