08:00

iPod, 10 anni ma non li dimostra.

Oggi il popolare lettore mp3 prodotto da Apple compie il suo primo decennio di vita. Ecco 8 piccole chicche per ripercorrere la storia dell'oggetto che ha cambiato il modo di ascoltare la musica in tutto il mondo.

iPod, 10 anni ma non li dimostra.

L’iPod compie dieci anni di vita gloriosa e il suo successo non accenna a calare. Con oltre 70 milioni di pezzi venduti in tutti i quattro angoli del globo, il celebre lettore mp3 ha cambiato totalmente il panorama dei dispositivi musicali portatili. Negli Stati Uniti ha conquistato in due lustri ben il 73% dell’intero mercato, mentre in tutto il mondo sono stati venduti oltre 70 milioni di modelli.

La storia dell’iPod è stata più volte raccontata, una storia fatta di iniziale indifferenza (o addirittura ostracismo) da parte di Cupertino davanti ad un progetto ritenuto poco valido e divenuto in pochissimo tempo l’elemento trainante del successo di un colosso del calibro di Apple, e piuttosto che focalizzarci sulla sua vita e sui diversi modelli, abbiamo scelto di raccontarvi 8 storie particolari per festeggiare i primi 10 anni di vita del celebre dispositivo.

iPod antifulmine

Durante un temporale due ragazzini di 14 anni, Sophie Frost e il suo fidanzatino Madson Billington, decidono di ripararsi sotto ad un albero, per trovare scampo dalla pioggia. In quel momento un fulmine colpisce la povera adolescente, con una potenza di oltre 300.000 watt. L’esito dell’incidente sarebbe stato di certo mortale se l’iPod utilizzato dalla ragazza non avesse “scaricato” la potenza del fulmine, evitando che la corrente attraversasse il corpo della giovane. I due ragazzi se la sono cavata con qualche escoriazione e piccole ustioni, un vero miracolo vista la potenza della scossa elettrica.

iPod antiproiettile

Sembra una scena proveniente direttamente da Hollywood ed invece è pura realtà. Kevin Garrad, militare americano di stanza in Iraq, durante un pattugliamento si è trovato faccia a faccia con un ribelle armato di AK-47. Entrambi istintivamente hanno fatto fuoco, ma mentre il ribelle è rimasto mortalmente colpito, il soldato statunitense si è salvato grazia al suo vecchio iPod 20GB, il modello più spesso tra quelli offerti da Apple, che ha attutito il colpo del proiettile. Come nel caso della ragazzina colpita dal fulmine, è il caso di dire “un iPod ti salva la vita”.

Don’t touch my iPod

Aver provato a sequestrare l’iPod ad un suo studente indisciplinato è costato caro a Frank Burd un docente di Germantown, negli Usa. Il ragazzino di 14 anni non ha preso bene la punizione, e dopo aver chiamato un suo coetaneo in aiuto, ha aggredito l’insegnante. Nella breve colluttazione Burd è scivolato e si è rotto il collo in due punti; esami medici hanno poi stabilito che non vi erano paralisi o traumi permanenti, mentre per i due ragazzi si sono aperte le porte del carcere minorile.

Drug & Rock’n roll

Strano scambio quello proposto da una coppia di amici dell’Arizona. Tramite un annuncio su Craiglist, i due ragazzi avevano proposto, in cambio di un iPad 32Gb, il loro iPod Touch e… 7 grammi di marijuana. Aldilà della poca convenienza del loro annuncio, i due furboni hanno pensato bene di pubblicare anche una foto abbastanza eloquente della merce che intendevano vendere; all’incontro con l’acquirente che aveva risposto all’annuncio però, i due hanno trovato ad attenderli la polizia.

Non parlate al conducente

Distrarsi alla guida, si sa, può risultare molto pericoloso. Se però non ci troviamo alla guida di un auto, bensì a quella di un sottomarino nucleare, sarebbe meglio non trastullarsi troppo con il proprio iPod. È ciò che ha fatti il Comandante Ryan Brookhart, che aveva addirittura modificato l’impianto nella stiva per poter trasmettere la musica del suo dispositivo per tutto il sottomarino. Preso forse dall’estasi della musica però, il capitano non si è accorto del sopraggiungere di un’altra imbarcazione e la collisione è stata inevitabile. Il risultato, 15 feriti, 60 milioni di dollari di danni e la carriera di Brookhart andata a farsi benedire.

iPod on the rock

Vi siete mai chiesti cosa succederebbe se provassimo a congelare il nostro iPod? Per saperlo per fortuna non occorre fare qualche esperimento inutile, basta chiederlo a Andrew Robulack, dello Yukon, che durante una passeggiata ha intravisto un corpo scuro in un lastrone di ghiaccio che si stava man mano sciogliendo, grazie all’arrivo della primavera. Si trattava di un iPod, rimasto intrappolato nel freddo chissà per quanti mesi. La cosa straordinaria è che, dopo una pulizia accurata ed una breve carica, il dispositivo ha ripreso a funzionare perfettamente.

iPod, sound esplosivo

La cronaca ci ha raccontato diverse volte di apparecchiature che improvvisamente si surriscaldano o addirittura esplodono. È quello che è successo ad una impaurita ragazza giapponese, il problema piuttosto è stato il fumo e la puzza di plastica bruciata che ha costretto ad una sosta il treno sul quale la giovane viaggiava. Si trattava di un treno della metropolitana di Tokyo, su una linea che normalmente trasporta circa un milione di persone al giorno. È facile immaginare il panico tra i presenti ma soprattutto i disagi per i pendolari, a causa degli 8 minuti di sosta forzata che hanno mandato letteralmente in tilt tutte le altre linee.

iPod killer

In questo caso il surriscaldamento dell’iPod poteva addirittura risultare letale. Ken Stanborough aveva appena regalato il nuovo iPod Touch a sua figlia Ellie, di 11 anni, quando l’apparecchio ha cominciato ad emettere un sibilo sempre più forte. Spaventato, l’uomo ha preso l’apparecchio e lo ha appoggiato esternamente, fuori alla porta. Dopo pochissimi secondo l’iPod è letteralmente esploso facendo un volto di quasi quattro metri. Secondo quando dichiarato da Stadborough, la Apple si sarebbe offerta di risarcire l’uomo solo a condizione che cadesse il silenzio su questo pericoloso incidente.

Approfondimenti: iPod

commenta
STORIE INTERESSANTI
STORIE DEL GIORNO
FANPAGE D'AUTORE
ALTRE STORIE