È costata 4,5 miliardi di dollari, è la più grande nave da guerra inglese e porta il nome della Regina Elisabetta. Eppure i suoi sistemi informatici sono governati da un sistema operativo di quasi 20 anni fa: Windows XP. È quanto sostenuto da Guardian e Times, i cui giornalisti sarebbero saliti a bordo per effettuare una visita dell'enorme nave da guerra, tour durante il quale si sarebbero imbattuti in computer basati su Windows XP, sistema operativo uscito nel 2001. Un elemento particolarmente preoccupante visti i recenti attacchi hacker che hanno colpito proprio le macchine basate sull'ormai antiquato OS di Microsoft.

La costruzione della più grande portaerei della Royal Navy inglese è iniziata nel 2009, ma il primo test pubblico è stato effettuato questo lunedì. Il costo della sua produzione è di 4,5 miliardi di dollari, elemento che rende ancora più assurdo l'utilizzo di un vecchio (e potenzialmente pericoloso) sistema operativo. "La nave è ben progettata e sono state messe in atto procedure molto stringenti che ci hanno assicurato di essere meno suscettibili ad attacchi informatici" ha spiegato Mark Delle, comandante della Queen Elizabeth. "Quando compri una nave non lo fai oggi, lo fai 20 anni prima. Quello che acquistiamo è ciò che va bene in quell'anno. Probabilmente ci aggiorneremo in corsa. Forse lo abbiamo già fatto ma non posso dirvelo".

La vulnerabilità di Windows XP, il cui supporto ufficiale da parte di Microsoft è stato interrotto da ormai diverso tempo, è recentemente finita al centro dell'attenzione a causa del ransomware WannaCry che lo scorso maggio ha  colpito diversi sistemi informatici in tutto il mondo, costringendo l'azienda di Redmond a rilasciare un aggiornamento urgente per Windows XP. Il problema, in questo caso, è proprio la mancanza di aggiornamenti di sicurezza: non essendo più supportato, il sistema operativo non viene aggiornato e risulta quindi suscettibile alle nuove minacce informatiche. La Royal Navy ha in programma di rendere pienamente operativa la Queen Elizabeth entro la fine dell'anno.