Oltre 5 milioni di euro di investimenti per portare in Italia le montagne russe in realtà virtuale. Ad annunciarlo è il noto parco di divertimenti Gardaland, nel veneto, che a partire dalla prossima stagione rivoluzionerà le sue storiche montagne russe "Magic Mountain" introducendo un'esperienza che si avvarrà dell'utilizzo di visori per la realtà virtuale durante il percorso. Questo significa che gli utenti dovranno indossare l'apparecchio per calarsi all'interno di un mondo virtuale durante il giro sulla giostra, che proseguirà normalmente sulla struttura attualmente presente nel parco.

La tematizzazione della nuova attrazione riguarderà la cultura degli indiani americani e l'esperienza in realtà virtuale porterà i visitatori ad attraversare un grande acchiappasogni che avrà il ruolo di portale per l'accesso al mondo degli spiriti. Il tutto avverrà all'interno della realtà virtuale: tra un avvitamento e un giro della morte, le persone potranno osservare attorno a se l'ambiente digitale realizzato in collaborazione con Figment Productions, partner di Gardaland nella creazione della nuova esperienza in realtà virtuale. L'investimento, tra sviluppo tecnologico, scenografia e tematizzazione, è di 5 milioni di euro.

“Gli elevati standard grafici e un sistema audio completamente immersivo e all’avanguardia fanno della novità 2017 di Gardaland una tra le più sofisticate esperienze di Realtà Virtuale sulle Montagne Russe attualmente esistenti” ha spiegato Simon Reveley, CEO di Figment Productions.  “Un’esperienza di realtà virtuale di questo livello non si trova in alcun’altra parte d’Italia”. La tecnologia applicata ad un'attrazione di questo tipo, già presente in alcuni parchi a tema sparsi per il mondo, non era infatti ancora disponibile in Italia. La nuova attrazione sarà attiva a partire dalla stagione 2017.