Il produttore di smartphone LG ha da poche ore annunciato lo sviluppo di una nuova tecnologia che consentirà di implementare un lettore di impronte digitali sotto il display degli smartphone. Una novità che consentirà di realizzare dispositivi mobile con maggiore libertà di design, senza obbligare gli ingegneri a posizionare il lettore per le impronte digitali all'interno del tasto Home o nel retro del device.

Grazie alla novità annunciata dal dipartimento LG Innotek i futuri smartphone del produttore coreano potrebbero non montare più il pulsante fisico. La soluzione realizzata da LG Corporation consentirà di realizzare un lettore di impronte digitali che sarà inserito nella parte posteriore del vetro che protegge il display. In questo modo il modulo per scansionare l'impronta non sarà visibile dall'esterno e risulterà dunque più protetto da eventuali danneggiamenti legati a acqua, polvere e graffi.

I primi dispositivi che utilizzeranno il lettore di impronte digitali under glass arriveranno sul mercato entro la fine del 2016 e, stando ai primi test effettuati da LG, offriranno una probabilità di falso riconoscimento pari allo 0,002%. Una tecnologia analoga è stata sviluppata anche da Qualcomm che ha realizzato la tecnologia Sense ID in grado di scansione delle impronte attraverso il vetro attraverso gli ultrasuoni, questa tipologia di modulo è già disponibile nel nuovo LeEco Le Max 2.