Marissa Mayer, l'amministratrice delegata di Yahoo, ha abbandonato il suo ruolo al vertice dell'azienda insieme a diversi top manager. La decisione è stata comunicata in seguito alla cessione dell'attività internet a Verizon Communications, che porterà anche all'abbandono definitivo del termine "Yahoo" in favore del nuovo nome dell'azienda: Altaba. Questo anche e soprattutto perché Yahoo smetterà di esistere in quanto colosso della tecnologia conosciuto da tutti, pur continuando ad operare come una sorta di investment company che ricoprirà il ruolo di azionista del colosso cinese dell'e-commerce Alibaba e Yahoo Japan.

L'operazione di riorganizzazione porterà anche ad un netto taglio del consiglio di amministrazione, che passerà a cinque membri. Di Yahoo, quindi, resterà poco o nulla: via il nome, la dirigenza e gli obiettivi di una realtà in grosse difficoltà già da diversi anni. Al comando di Altaba, una volta conclusa la cessione a Verizon, resteranno Tor Braham, Eric Brandt, Catherine Friedman, Thomas McInerney e Jeffrey Smith. Marissa Mayer, che secondo molti è la figura che ha contribuito all'affossamento di Yahoo durante i suoi anni di gestione, uscirà ufficialmente dalla nuova azienda, ma potrebbe mantenere un ruolo all'interno di Verizon o della divisione di Yahoo non compresa nell'accordo.

L'operazione di acquisizione da parte di Verizon è stata valutata poco meno di 5 miliardi di dollari, ma ha comunque attraversato periodi incerti a causa (anche) dei pesanti attacchi hacker che hanno colpito i database di Yahoo. Secondo gli analisti, nonostante l'annuncio del cambio di nome e dell'acquisizione da parte di Verizon, saranno comunque presenti dei servizi web sotto il nome di Yahoo. Questo perché, acquisendo solo una parte dell'azienda, Verizon ha di fatto diviso in due la società: da un lato la parte acquisita – quella più simile ad una holding company – sarà rinominato Altaba, dall'altro la divisione legata ai prodotti continuerà a chiamarsi Yahoo e ad operare online. L'annuncio, però, pone definitivamente fine all'era del colosso digitale come lo conoscevamo.