Microsoft continua a puntare sulla famiglia Surface, ormai estesa anche a soluzioni PC sia fisse che portatili, tornando ad annunciare un aggiornamento del prodotto che per primo ha introdotto il nome del brand: il Surface Pro, la nuova generazione di tablet della casa di Redmond. Che in realtà è un 2 in 1: agganciando o sganciando la tastiera è possibile utilizzarlo in modalità tablet o portatile. Le novità sono (quasi) tutte funzionali: fino a 13,5 ore di autonomia, oltre 2,5 volte più veloce rispetto al Surface Pro 3 e design più leggero e raffinato.

Il Surface Pro è dotato di schermo touch PixelSense da 12,3 pollici che supporta i nuovi dispositivi SurfacePen e Surface Dial. Ha uno spessore di 8,5 mm e un peso a partire da circa 800 grammi; all'interno racchiude un processore Intel Core TM di settima generazione in una nuova struttura priva di ventole. Il tutto sarà ovviamente accompagnato dalla tastiera Signature Type Cover dotata di trackpad in vetro con funzioni multi-touch a cinque dita. Come nel caso del Surface Laptop, anche questa tastiera è interamente rivestita in Alcantara. Nel corso di quest’anno il nuovo Surface Pro sarà disponibile anche con tecnologia LTE Advanced (4G).

La nuova Pen si basa su 4.096 livelli di sensibilità alla pressione, è inclinabile e in grado di rilevare automaticamente l’angolo di inclinazione per consentire l’ombreggiatura. Disponibile a partire da 959 euro in Italia, il Surface Pro sarà acquistabile nei colori platino, bordeaux e blu cobalto. Il lancio del nuovo dispositivo è previsto per il 15 giugno 2017 in 26 mercati: Australia, Austria, Belgio, Canada, Cina, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Hong Kong, Irlanda, Italia, Giappone, Corea, Lussemburgo, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Norvegia, Polonia, Portogallo, Spagna, Svezia, Svizzera, Taiwan, Regno Unito e Stati Uniti. I preordini sono già disponibili.