Altro che Galaxy Note 8 e iPhone 8: la vera novità di quest'anno sarà lo schermo olografico e nessuno dei due top di gamma di Samsung e Apple lo offrirà. Ad annunciarlo è stata RED, la famosa azienda produttrice delle videocamere professionali che nelle ultime ore ha presentato Hydrogen, il primo smartphone in grado di riprodurre ologrammi senza l'utilizzo di speciali occhiali. Monta il sistema operativo Android e presenta uno schermo da 5,7 pollici in grado di mostrare immagini in 2D e in 3D a seconda dei contenuti, senza però richiedere l'utilizzo dei classici occhiali per l'effetto tridimensionale.

"Lo schermo dell'Hydrogen è in grado di mostrare contenuti 4-View (H4V), 3D stereo e 2D/3D VR, AR (realtà aumentata) e MR (mixed reality)" spiega RED. Inoltre, grazie ad uno speciale algoritmo lo smartphone sarà in grado di convertire l'audio stereo in un suono surround 5.1. Tutta questa tecnologia, però, avrà un costo: il modello "Titanium" di fascia alta avrà un prezzo di partenza di 1.595 dollari, mentre quello più moderato chiamato "Aluminium" partirà da 1.195 dollari. Entrambe le versioni saranno disponibili sul mercato nel corso del primo trimestre del 2018.

Proprio come nel caso delle videocamere professionali prodotte dalla RED; anche l'Hydrogen consentirà di collegare diversi accessori allo smartphone come, ovviamente, componenti dedicati alla registrazione di video professionali. Questi accessori, però, non saranno disponibili al lancio. Per il momento le informazioni relative allo smartphone si fermano qui: non è stato rivelato che processore monterà né la presenza di fotocamere frontali o la quantità di RAM e memoria interna a disposizione. Dall'immagine promozionale è possibile notare il vano per il jack audio, una presa USB di tipo C e un pulsante dedicato alla registrazione.