A pochi giorni dalla notizia diffusa dall'AgCom che nel corso dell'ultima settimana ha diffidato gli operatori telefonici Tim e Wind per le nuove tariffe imposte ai clienti all'estero, oggi il Garante delle Comunicazioni ha annunciato una "tariffa protetta" per tutti gli italiani all'esterno che avranno un tetto massimo per le tariffe di roaming su telefonate, sms e connessione dati.

Nel dettaglio l'AgCom ha imposto a tutti gli operatori telefonici italiani dei limiti nelle tariffe per il roaming nei Paesi dell'Unione Europea: 5 centesimi al minuto per le chiamate, 2 centesimi per i messaggi di testo e 5 centesimi per ogni MB di navigazione Internet. I costi evidenziati dal Garante delle Comunicazioni si andranno così ad aggiungere alla tariffa nazionale che comunque non dovranno superare i 19 centesimi al minuto per le chiamate, i 6 centesimi per gli SMS ed i 20 centesimi per MB di connessione dati per navigare in rete.

Ad inizio giugno l'Agcom ha diffidato Tim e Wind per i costi delle tariffe di roaming che secondo il Garante non sono in linea con i regolamenti europei 2120/2015 e 531/2012. A partire dallo scorso 30 aprile tutti gli operatori  si sono dovuti adeguare agli altri paesi Europei modificando i costi di roaming. In attesa del 14 giugno 2017, data da cui decorrerà la tariffa unica europea con l'abolizione dei costi di roaming, tutti gli operatori hanno l'obbligo di adeguarsi alle disposizioni introdotte dal Regolamento (UE) n. 2015/2120 che impone dei limiti per i costi di roaming all’interno dei Paesi dell’Unione europea.