Samsung ha annunciato l'acquisizione di Harman, produttore di soluzioni tecnologiche dedicate alle automobili, per 8 miliardi di dollari. L'acquisizione rappresenta la più grande mai portata a termine da Samsung e posiziona l'azienda sudcoreana come player principale nell'industria dell'automotive e, in particolare, nel settore dei veicoli connessi. Un elemento fondamentale visti i trend sempre più forti relativi alle auto intelligenti, che tutte le grandi aziende tecnologiche stanno cercando di cavalcare con le proprie proposte. Samsung entra nel settore con un investimento importante, che la posizione come realtà estremamente forte.

Secondo Samsung le sue competenze nei display, le interfacce utente e la tecnologia dei chip aiuteranno il business di Harman a crescere in maniera significativa nel corso dei prossimi anni. L'azienda, già impegnata nella creazione di parti per automobili e proprietaria di realtà come AKG e JBL, si aspetta di raddoppiare i ricavi nel corso dei prossimi cinque anni. Harman ha recentemente chiuso accordi con Fiat Crysler e General Motors e ha accumulato 24 miliardi di dollari in ordini nel corso degli ultimi anni. "Harman completa perfettamente Samsung nel settore della tecnologia, dei prodotti e delle soluzioni" ha spiegato Oh-Hyun Kwon, CEO di Samsung. "Unire le forze rappresenta la naturale estensione della strategia automotive che abbiamo inseguito per diverso tempo".

La mossa di Samsung la pone (di nuovo) in diretta competizione con Google e Apple, già interessate da diverso tempo al settore delle automobili intelligenti. Mentre la mela ha recentemente annunciato un ridimensionamento del suo impegno nell'industria automotive, Google ha invece moltiplicato i suoi sforzi già ben rappresentati dai suoi prototipi di Google Car. Samsung, però, rincorre un approccio diverso: al posto di puntare ai veicoli che si guidano da soli, l'azienda sudcoreana ha scelto di investire nella produzione di accessori tecnologici che, almeno in teoria, dovrebbero rivelarsi più profittevoli sul breve termine.