Dolore, formicolii e fastidi che dal gomito raggiungono le dita della mano. Sono alcuni degli effetti dell'utilizzo prolungato del cellulare sul nostro corpo, specie quando si telefona per diverso tempo tenendo il dispositivo all'orecchio. Un po' come il gomito del tennista, ma con una causa scatenante decisamente meno sportiva. Ad affermarlo è uno studio dell'Istituto di Neurologia dell'Università Cattolica del Sacro Cuore in collaborazione con la Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma, secondo il quale l'utilizzo prolungato del cellulare metterebbe sotto stress il nervo ulnare a tal punto da provocare dolori e formicolii su tutto il braccio.

Pubblicata sulla rivista Clinical Neurophysiology, la ricerca sottolinea gli effetti meccanici dovuti alla posizione che lo smartphone ci costringe a tenere, con il gomito piegato e il conseguente stress applicato sul nervo ulnare, cioè quello posizionato dietro al gomito. Da qui il formicolio può arrivare anche alle dita perché il nervo in questione si collega direttamente alle ultime due dita della mano, provocando fastidi su tutto il braccio. La ricerca condotta dal gruppo del professor Luca Padua, docente di Medicina Fisica e Riabilitazione presso l'Università Cattolica, ha coinvolto 58 soggetti caratterizzati dai sintomi e 56 pazienti senza sintomi.

Per individuare problematiche dovute allo stress del nervo i ricercatori hanno utilizzato la tecnica neurografica, un particolare metodo di studio che consente di individuare la velocità di conduzione di un segnale lungo un nervo. In questo caso la situazione riprodotta è stata quella di una telefonata di circa 18 minuti, durante la quale lo studio ha rilevato una riduzione della velocità di conduzione nei pazienti caratterizzati da sintomi di sofferenza. A preoccupare i ricercatori, quindi, non sono solamente le onde elettromagnetiche e i loro potenziali effetti sul nostro cervello, ma anche la postura che una chiamata al cellulare ci costringe a tenere per diverse decine di minuti. Anche in questo caso, però, il consiglio è sempre quello di fare attenzione alla postura,  utilizzando un auricolare o spostando spesso lo smartphone da una mano all'altra in modo da non stressare troppo il nervo ulnare.