Snapchat ha da pochi giorni completato l'acquisizione di Cimagine Media, una startup fondata nel 2012 in Israele che da anni lavora nel campo della realtà aumentata. A diffondere la notizia la redazione del portale Calcalist News secondo cui l'acquisizione è costata a Snap Inc, la parent company di Snapchat, una cifra compresa tra i 30 e i 40 milioni di dollari.

Ad oggi dal team di Snapchat non è giunta alcuna conferma circa l'acquisizione di questa startup e non è ancora chiaro in che modo l'azienda capitanata da Evan Spiegel abbia intenzione di utilizzare le tecnologie di Cimagine Media nella popolare applicazione di messaggistica. Tra i motivi che avrebbero spinto Snapchat ad acquisire la startup Cimagine Media, oltre all'integrazione del team, specializzato nel campo del computer visione e dell’image processing, la volontà di offrire agli utenti nuove tecnologie da integrare all'interno dell'app per smartphone e sui nuovi occhiali Spectacles che grazie alla fotocamera integrata permette di registrare video da caricare su Snapchat.

In passato i responsabili della Cimagine Media hanno collaborato con numerosi brand tra cui Coca-Cola, Shop Direct e John Lewis. Per scoprire in che modo il team di Snapchat deciderà di utilizzerà il know-how di Cimagine Media non ci resta che aspettare ancora qualche mese così da scoprire come verranno integrate le soluzioni della startup israeliana per migliorare la nota applicazione, sempre più diffusa tra i giovani.