Snap, l'azienda responsabile di Snapchat, starebbe sviluppando un drone. Lo riporta il The New York Times, sottolineando il fatto che il dispositivo volante potrà essere utilizzato per scattare fotografie e registrare video da pubblicare all'interno del social network che sta facendo tremare anche le realtà più grandi. Non è ancora chiaro quando arriverà nelle mani dei consumatori, che forme avrà né quanto costerà. L'idea di lanciare un drone, però, rientra sicuramente nella strada che Snap ha scelto di intraprendere con i suoi prodotti, soprattutto se si tratterà di un piccolo dispositivo e non di un velivolo ingombrante come i Dji Phantom.

D'altronde la stessa Snap si definisce una "camera company", un'azienda che sviluppa fotocamere. Un approccio avviato con Snapchat e proseguito con gli Spectacles, gli occhiali di Snap in grado di registrare brevi video circolari da pubblicare proprio all'interno del social network del fantasmino giallo. Il prossimo, inevitabile passo sarebbe proprio quello di lanciare un drone, un dispositivo che negli ultimi anni ha ricevuto numerose attenzioni da parte del pubblico. Inoltre, con un approccio di questo tipo si differenzia dalla concorrenza proponendo elementi che gli altri social non hanno e non possono copiare, come sta facendo Facebook con Snapchat.

Inoltre, l'annuncio arriva a ridosso degli ultimi preparativi per entrare ufficialmente in borsa. Oggi l'azienda, Snap Inc., dovrebbe ultimare i preparativi per l'offerta pubblica iniziale (IPO) prevista per domani. La realtà californiana autrice di una delle applicazioni più di successo di sempre e capace di preoccupare persino Facebook spera di raccogliere 3 miliardi di dollari grazie anche ai dati in continua crescita che caratterizzano il suo social network di condivisione. Ad oggi Snapchat può contare su una base d'utenza pari a 158 milioni di utenti giornalieri, mentre la IPO aumenterà la valutazione aziendale fino a circa 20 miliardi di dollari.