Per trovare i buoni propositi del 2017, il CEO di Twitter Jack Dorsey si è rivolto direttamente agli utenti del sito, chiedendo attraverso il suo profilo "quali sono le cose più importanti che vorreste vedere migliorate o proposte da Twitter nel 2017". Tra le risposte fuori luogo o ironiche, alcune hanno trovato l'approvazione del manager, tra cui una ad oggi molto richiesta da tutta l'utenza: la possibilità di modificare un tweet una volta che è stato inviato, come già succede in social network come Facebook. Dorsey avrebbe risposto positivamente a queste proposte, lasciando intendere un probabile arrivo della funzione.

"Sì, una forma di modifica dei tweet è decisamente necessaria" ha scritto sul suo profilo. "Ma per tutti, non solo per i profili dotati di badge". In questo caso fa riferimento agli utenti caratterizzati dalla spunta blu e, quindi, verificati in quanto personaggi famosi, sportivi o artisti. Dorsey ha continuato a rispondere ai tweet degli utenti entrando anche nei dettagli di come la nuova funzione dovrebbe essere introdotta. "Solo una modifica veloce degli errori o una possibilità sempre disponibile?" ha chiesto in un tweet, riferendosi ai due approcci possibili: da un lato la possibilità di modificare un post solo per i primi minuti, dall'altra quella di poterlo fare sempre, anche a distanza di ore.

Il discorso della modifica dei post è infatti complesso e va ad intaccare uno degli elementi chiave del social network. Pensate alle modifiche dei contenuti retwittati: se vengono modificati a distanza di mesi vi potreste ritrovare nel feed una frase completamente diversa, persino offensiva. Insomma, che Dorsey si stia muovendo con i piedi di piombo non stupisce. L'interesse del CEO può però lasciare intendere il fatto che un piano per il rilascio di una funzione simile sia già attivo. Non resta che attendere ulteriori notizie ufficiali.