Con iOS 10 Apple è entrata con forza nella domotica presentando Casa, una nuova applicazione predefinita che consente agli utenti di accedere e gestire tutti gli impianti connessi localizzati in un appartamento. Dall'accensione delle luci alla chiusura e apertura delle porte, attraverso smartphone e tablet della mela è possibile gestire diversi aspetti della propria casa, anche utilizzando i comandi vocali. È qui che la novità della mela comincia a farsi preoccupante e, come scoperto da un 31enne americano, anche rischiosa per la sicurezza della propria casa. È la storia di Marcus, un residente di Springfield, in Missouri, che si è visto aprire la porta di casa da uno sconosciuto con l'aiuto di Siri.

Il ragazzo ha passato l'ultimo anno ad aggiornare completamente la propria casa installando luci intelligenti, termostati connessi e persino un August Smart Lock, una serratura connessa al web e in grado di interagire con il sistema gestionale della mela. All'inizio tutto ha funzionato senza problemi, per lo più gestito dal suo smartphone e da un iPad Pro collocato in salotto, dal quale poteva gestire centralmente qualsiasi aspetto della casa semplicemente chiedendo a Siri con comandi del tipo "Hey Siri, abbassa le luci" o "Hey Siri, alza la temperatura". Allo stesso modo, Marcus poteva controllare l'apertura e la chiusura della porta. Il problema, in questo caso, è che non era l'unico a poterlo fare.

domotica-apple

Il suo vicino Mike, mentre Marcus stava posteggiando nel vialetto, si è avvicinato alla sua porta e ha urlato "Hey Siri, sblocca la porta principale". L'assistente personale, ascoltando il comando vocale dall'iPad, ha diligentemente provveduto a completare l'ordine e sbloccare la porta. Marcus, ovviamente, è rimasto di sasso. "Ero sconcertato" ha spiegato. "Era così semplice. Avrei dovuto prevedere questo problema". Una volta pubblicata la storia su Reddit, la disavventura di Marcus è diventata virale in poco tempo, arrivando persino alle orecchie di Apple, che ha consigliato agli utenti di utilizzare sempre un codice per sbloccare l'iPad e, di conseguenza, poter utilizzare i comandi vocali. In questo modo, come sottolinea anche il ragazzo, si perde però l'immediatezza dei comandi. "Non è così che viene pubblicizzata la funzione" ha commentato, spiegando di aver rimosso la serratura intelligente.