Esplosione cascina a Quargnento
27 Novembre 2019
07:45

Altro che Tinder, la migliore app per incontri è Instagram

Twitter ed Instagram ancora oggi rappresenterebbero le migliori opportunità per incontrare la propria anima gemella. Il motivo? Le persone potrebbero essersi stancate dell’effetto sorpresa e sono sempre più quelle che, per informarsi in anticipo sugli interessi di una persona sconosciuta, utilizzano questi social prima di andare ad un incontro.
A cura di Dario Caliendo
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Esplosione cascina a Quargnento

Nonostante sin dal lancio di Tinder, avvenuto ormai ben 7 anni fa, gli incontri, le potenziali situazioni romantiche e, perché no, le occasioni sessuali sono cambiate radicalmente diventando semplici, immediate e in alcuni casi "fredde", a quanto pare la migliore applicazione per gli incontri continua ad essere Instagram.

A dare conferma a questa ipotesi è uno studio molto interessante, nel quale sono state analizzate alcune delle piattaforme e delle applicazioni social più utilizzate, e che ha sottolineato come Twitter ed Instagram ancora oggi rappresenterebbero le migliori opportunità per incontrare la propria anima gemella. Il motivo? Le persone potrebbero essersi stancate dell'effetto sorpresa, e sono sempre più quelle che – per conoscere in anticipo gli interessi di una persona sconosciuta – utilizzano questi social prima di andare ad un incontro.

Il quadro si è ribaltato

Tornando un po' indietro nel tempo, si è passato da servizi come Match.com e Kiss.com che negli anni 90 risiedevano agli iscritti di rispondere a decine di domande nel modo più dettagliato possibile per trovare con più precisione l'anima gemella, al sistema immediato e puramente estetico di Tinder, che dal 2012 con il suo swipe permette di segnalare un interesse o "scartare" una persona basandosi esclusivamente su alcune foto. Ebbene, questa semplicità e tutte le funzioni integrate, hanno reso Tinder l'app più scaricata del settore.

Ma nonostante sia stata scaricata da milioni di utenti in tutto il mondo, Tinder non sembrerebbe essere la scelta migliore per valutare un potenziale partner. E i motivi sono semplici: spesso una biografia di 500 caratteri non è sufficiente, e generalmente gli utenti uomini evitano addirittura di compilarla. L'alternativa? Instagram e Twitter. Strano ma vero.

D'altro canto  i social network tradizionali non sono nati con lo scopo di semplificare gli incontri, quelli intesi come su Tinder, ma per rendere più semplice la creazione di relazioni sociali. Ed è proprio per questo che possono essere utili anche per il primo obiettivo. Su Twitter, ad esempio, è molto più semplice riuscire a capire l'ideologia politica di una determinata persona, su Instagram invece è semplice capire lo stile di vita che vive (o che vorrebbe vivere) un potenziale partner. Per non parlare del fatto che, a differenza di Facebook che è stato pensato per rendere possibili i collegamenti tra persone che già si conoscono, su entrambi i social una persona che ti segue non rappresenta un problema per la privacy, perché le informazioni vengono diffuse con un maggior grado di libertà.

Lo conferma uno studio

A conferma di questa teoria, o forse a farla nascere, è uno studio realizzato quest'anno da WhoIsHostingThis.com, nel quale è stato messo in risalto che il 78,9% delle persone che hanno ottenuto un match su Tinder, ha sbirciato sui social dei propri contatti prima di procedere con un incontro di persona, mentre il 57% delle persone hanno aggiunto o seguito anche sui social network più tradizionali le persone che avrebbero dovuto a breve incontrare.

Insomma, il discorso è semplice. Le app di dating continuano ad essere considerate da molti "troppo superficiali" e omettono alcune informazioni importanti e necessarie per riuscire a farsi un quadro piuttosto completo su chi si sta per incontrare. Senza pensare poi agli amici in comune che si potrebbero avere: un'informazione importante, in alcuni casi, per evitare brutte figure.

E colmare questa mancanza con piattaforme come Instagram e Twitter potrebbe essere un modo per sentirsi più sicuri anche se, ammettiamolo, uscire a bere una birra, conoscere gente nuova o amici di amici, potrebbe essere la soluzione migliore (e più divertente) per la questione.

28 contenuti su questa storia
Vigili morti ad Alessandria, la moglie di Nino Candido:
Vigili morti ad Alessandria, la moglie di Nino Candido: "2020 non mi porti via nessun altro"
Esplosione Alessandria, il carabiniere ferito:
Esplosione Alessandria, il carabiniere ferito: "Forse perderò un occhio. Strage si poteva evitare"
Una frode all'assicurazione dietro la tragedia di Quargnento: perché è stato arrestato Vincenti
Una frode all'assicurazione dietro la tragedia di Quargnento: perché è stato arrestato Vincenti
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni