migliori robot lavavetri

Il robot lavavetri è un particolare dispositivo automatico pensato per pulire, in maniera del tutto automatica, tutti i vetri presenti in casa, in ufficio o addirittura le vetrine di un negozio. Nasce con lo stesso concetto di un robot aspirapolvere e di un robot lavapavimenti, ma applicato alla noiosissima pulizia dei vetri. Insomma, come qualsiasi altro robot da utilizzare per per le pulizie, anche il pulisci vetri automatico offre un notevole risparmio di tempo ed energia, lasciando più libertà per lo svolgimento delle altre faccende domestiche, o per il proprio relax.

In commercio però sono presenti tanti tipi di robot lavavetri, che si differenziano tra loro in base ad una serie di caratteristiche molto importanti e che influenzano la semplicità d'uso e il risultato ottenuto.

Per questo, abbiamo pensato di aiutarvi nella scelta del miglior robot lavavetri, parlandovi prima di tutto dei migliori modelli in commercio in base al rapporto qualità prezzo, per poi spiegarvi una ad una le caratteristiche tecniche da valutare prima dell'acquisto di questo particolare ma comodissimo accessorio.

Migliori robot lavavetri economici (a meno di 200 euro)

Iniziamo la nostra rassegna di prodotti, parlando dei migliori robot lavavetri economici, modelli adatti a tutte le tasche che garantiscono però un lavaggio dei vetri automatico e di buona qualità.

ECO-DE Absolut Carbon

migliori robot lavavetri

L'ECO-DE Absolut Carbon è un robot lavavetri economico che include nella confezione un comodo telecomando per il controllo, anche manuale, del processo di pulizia. Grazie ai sensori integrati effettua la pulizia utilizzando una tecnologia di auto mapping ed integra tre modalità di pulizia. Adatto a vetri di qualsiasi spessore, piastrelle, finestre e superfici lisce, questo particolare robot per lavare i vetri è dotato di un sistema di sicurezza anti caduta ed include 12 panni in microfibra. Il funzionamento è tramite presa elettrica e si spegne automaticamente a pulizia completata.

DynaSun Home W110

migliori robot lavavetri

Molto interessante anche il DynaSun Home W110, un lavavetri automatico economico che include nella confezione un telecomando e che può essere controllato anche manualmente. Funziona tramite re modalità di pulizia ed è adatto a vetri di qualsiasi spessore, oltre che a piastrelle e qualsiasi tipologia di superficie liscia, sia orizzontale che verticale. Integra inoltre tre sistemi anticaduta ed una corda di sicurezza, ed è alimentato sia tramite presa elettrica che tramite una batteria agli ioni di litio inclusa nella confezione.

Migliori robot lavavetri di fascia media (a meno di 300 euro)

Continuiamo con la fascia media. Si tratta di una fascia di mercato in cui è possibile trovare robot per lavare i vetri che portano con sé il miglior rapporto qualità prezzo e sono adatti a diverse tipologie di lavaggio.

PRIXTON BT200

migliori robot lavavetri

Il PRIXTON BT200 è un robot vetri adatto a vetri con e senza cornice, tavoli, superfici lisce e pareti. Funziona in modalità totalmente automatica, grazie ad una serie di sensori anti-caduta e sensori per i bordi, che assicurano una pulizia efficace. La forma rettangolare lo rende particolarmente adatto a superfici di forma rettangolare o quadrata, e può essere controllato e programmato sia tramite un telecomando incluso nella confezione che tramite lo smartphone, grazie ad un'applicazione gratuita per iPhone ed Android. Estremamente leggero, è adatto a tutti i tipi di cristallo e garantisce una forte aspirazione in modo da rimanere incollato al vetro senza il pericolo di cadute.

Mamibot W120-T

migliori robot lavavetri

Grazie alle sue tre modalità di pulizia, il Mamibot W120-T è uno dei modelli più interessanti attualmente presenti nel mercato. Può essere controllato tramite un telecomando, incluso nella confezione, che ha un raggio d'azione di 15 metri e tramite smartphone con un'app gratis per Android ed iPhone. La sua efficienza è garantita da un interessante sistema di intelligenza artificiale, che calcola automaticamente il percorso di pulizia ideale. Il motore è un brushless a lunga durata con una elevata potenza di aspirazione: in questo modo il rischio di caduta è praticamente inesistente. Il funzionamento è tramite filo elettrico, ma qualora dovesse mancare l'alimentazione un algoritmo intelligente previene il rischio di caduta e rimane sul vetro per 30 minuti.

Migliori robot lavavetri di fascia alta (a più di 300 euro)

Infine, arriviamo alla fascia alta in cui è possibile trovare robot lavavetri delle migliori marche e caratterizzati dalle migliori tecnologie attualmente disponibili. La qualità, però, in questo caso si fa pagare molto.

ECOVACS ROBOTICS WINBOT 950

migliori robot lavavetri

L'ECOVACS ROBOTICS WINBOT 950 è il miglior robot lavavetri in assoluto. È in grado di pulire a fondo tutte le zone della finestra, anche quelle più difficili da raggiungere e la sua rumorosità di soli 62 dB lo rende tra i più silenziosi nel mercato. È un robot lavavetri con cavo, potente e molto efficiente, che utilizza un sistema di pulizia in 4 fasi e che è in grado di riconoscere automaticamente i bordi o gli ostacoli presenti sulle superfici: integra un ottimo sistema di sensori di sicurezza che, tra le altre cose, avviserà l'utente tramite dei segnali acustici qualora ci dovesse essere qualcosa che non fa nel corso della fase di pulizia.

ECOVACS Robotics WINBOT X

migliori robot lavavetri

L'ECOVACS Robotics WINBOT X è uno dei migliori robot lavavetri cordless, cioè funzionante senza la necessità di alcun cavo di alimentazione. È la migliore soluzione qualora si abbiano molti vetri in casa ed è il miglior robot lavavetri del 2020 per superfici di grosse dimensioni. Data la totale assenza del cavo, sarà sufficiente posizionare il robot sulla superficie che si vuole pulire e lasciargli fare tutto il lavoro: grazie alla sua intelligenza artificiale è in grado di analizzare in ogni dettaglio la zona da lavare e calcolare il percorso migliore. Nella confezione è incluso un telecomando che si potrà utilizzare per il controllo manuale e grazie alle sue procedure di pulizia avanzate, la rapidità e l'efficienza sono garantite. La batteria interna garantisce un'autonomia di 50 minuti di pulizia.

Come funziona un robot lavavetri

Partendo dal presupposto che questo tipo di dispositivo è progettato per lavorare su superfici lisce e senza irregolarità, un robot lavavetri esegue le sue mansioni in tre fasi ben specifiche. Nella prima fase, il pulisci vetri automatico effettua una pulizia del vetro ad umido, utilizzando cioè acqua o un detergente specifico, nella seconda fase entra poi in azione una sorta di raschietto in gomma con il quale il robot eliminerà lo sporco residuo, mentre la terza fase è totalmente dedicata all'asciugatura della superficie lavata.

Praticamente tutti i robot lavavetri delle migliori marche, danno la possibilità all'utente di decidere se portare avanti il lavaggio della superficie in maniera automatica o in maniera manuale e se la pulizia del vetro automatica è tutta basata sui rilevamenti dei sensori integrati nel robot, quella manuale da il pieno controllo all'utente: in questo caso tutto sarà controllato da un telecomando o da uno smartphone, ed è una possibilità decisamente comoda qualora si volessero lavare dei vetri molto sporchi o focalizzarsi su un punto ben specifico.

E proprio perché la pulizia avviene tramite dei sensori, una volta attivato il robot per pulire i vetri, l'automa inizierà a muoversi sulla superficie da lavare, ma senza eseguire alcuna delle tre fasi del lavaggio: in questo modo, sfruttando tutti i sensori, il robot lavavetri effettuerà una sorta di planimetria della superficie, una vera e propria "cartina" virtuale grazie alla quale poi potrà muoversi in totale sicurezza e garantendo il massimo della pulizia.

Chiaramente, inoltre, tutti i pulisci vetri automatico utilizzano delle batterie che andranno ricaricate perlopiù ad ogni ciclo di lavaggio: l'autonomia varia a seconda della qualità del robot e della batteria che integra, e questi fattori influenzano anche il tempo di ricarica necessario.

Come scegliere il miglior robot lavavetri

Nonostante possano sembrare tutti uguali, in realtà esistono diversi tipi di pulisci vetri automatico. Quelli più economici possono funzionare esclusivamente sulle superfici in vetro, mentre quelli delle migliori marche hanno la capacità di lavare anche altri tipi di supporti, come le piastrelle della cucina o del bagno, oppure il marmo dei piani di cottura.

Forma

Uno dei primi fattori da valutare prima dell'acquisto del miglior robot per pulire i vetri per le proprie esigenze, è la sua forma: è un fattore che sostanzialmente può dipendere anche dalla forma delle superfici che si andrà a lavare. Ad esempio, nel caso in cui si abbiano delle finestre squadrate, allora potrebbe essere intelligente acquistare un lavavetri di forma quadrata o rettangolare, in modo che possa accedere anche nei punti più difficili. Ad ogni modo, nel mercato sono in vendita pulisci vetri automatici di tutte le forme e dimensioni, e la scelta dipenderà solo dal tipo di utilizzo che se ne dovrà fare.

Dimensione

Anche la scelta della dimensione del robot lavavetri dipende sostanzialmente dalle superfici che si andranno a pulire. È chiaro che per grandi superfici è necessario un pulisci vetri automatico di dimensioni proporzionate, e lo stesso discorso vale anche in caso di piccole finestre. I motivi di questa "dipendenza" sono due: prima di tutto, acquistare un robot lavavetri di grandi dimensioni per poi metterlo a pulire finestre piccole, potrebbe rendere il movimento del lavavetri automatico molto difficoltoso.

Per non parlare poi del fatto che utilizzare un robot lavavetri di piccole dimensioni su vetri troppo grandi, potrebbe rendere la procedura troppo "faticosa" per il robot, che potrebbe non riuscire a lavare tutta la superficie in tempo, prima che si scarichi la batteria.

Sensori

Così come in ogni tipo di robot, anche nel caso del pulisci vetri automatico è importante valutare il numero e il tipo di sensori integrati. Prima dell'acquisto è essenziale valutare che il modello scelto sia in grado di utilizzare sensori intelligenti per il riconoscimento degli ostacoli e dei bordi, in modo da non dover intervenire ogni volta perché il dispositivo ci è bloccato o fermato. In questo modo, si perderebbe solo tempo ed alla fine sarebbe più veloce lavare i vetri manualmente.

Rumorosità

Un altro fattore molto importante è la rumorosità del robot lavavetri. Molti robot pulisci vetri in commercio possono essere piuttosto rumorosi, e causare dei gran mal di testa qualora li si utilizzi con continuità. La rumorosità di un robot lavavetri viene espressa in decibel (dB) e il nostro consiglio è quello di puntare a prodotti la cui rumorosità non superi i 70 dB se li si vuole utilizzare all'esterno. Se invece si vuole acquistare un lavavetri da utilizzare esternamente all'ambiente in cui si risiede, allora si potrebbe facilmente fare a meno di valutare questo fattore.

Comandi

Come vi abbiamo già anticipato, i robot lavavetri delle migliori marche hanno a disposizione due modalità di funzionamento. Quella automatica, che non richiede l'intervento dell'utente, oppure quella manuale: in questo caso, in base alla tipologia di comandi disponibile, si potrebbe modificare il percorso di pulizia in base alle proprie esigenze o addirittura spegnere il lava vetri automatico. Il nostro consiglio è quello di acquistare un robot per pulire i vetri che sia dotato almeno di un telecomando, o che possa essere controllato tramite lo smartphone e la connessione WiFi.

Batteria

Anche l'autonomia della batteria è molto importante. Si misura in mAh ed è importante prendere in considerazione questo fattore, per accertarsi che il proprio pulisci vetri automatico sia in grado di riuscire a svolgere tutto il lavoro per cui è stato acquistato senza interruzioni.

Molto importante è anche il tempo di ricarica della batteria. I robot lavavetri delle migliori marche sono tutti caratterizzati da una ricarica veloce della batteria, un vero e proprio toccasana qualora si avessero più finestre da pulire e non si volesse perdere tempo per ricaricare la batteria del dispositivo.

Alimentazione

Alcuni modelli, inoltre, oltre che al funzionamento a batteria, integrano anche la possibilità di funzionare mentre sono alimentati a corrente elettrica: è una bella comodità, perché qualora si dovesse scaricare la batteria, si potrebbe comunque continuare la pulizia dei vetri sfruttando una comune presa elettrica, risparmiando ancora di più tempo.