Il condizionatore, o meglio il climatizzatore, è l'unico strumento in grado di dare sollievo e refrigerio quando fa molto caldo, soprattutto nelle ore più torride dei mesi estivi. Con l'alzarsi delle temperature esterne, il climatizzatore riesce a tenere gli ambienti domestici o di lavoro a una temperatura gradevole grazie alla presenza di un liquido o gas refrigerante, generalmente l'R32: si tratta di un vantaggio importante per gli adulti che lavorano, ma anche per gli anziani che restano a casa e così non soffrono il caldo.

I climatizzatori, rispetto ai condizionatori, hanno anche il vantaggio di riuscire a deumidificare e filtrare l'aria, riscaldando gli ambienti nei mesi invernali, oltre a raffrescarli nei periodi più caldi dell'anno. In base ai loro BTU e alle caratteristiche tecniche riescono a climatizzare ambienti più o meno grandi, venendo incontro a tutte le esigenze.

Sul mercato esistono molte tipologie di climatizzatori: fissi o portatili, mono o dual split, inverter, con o senza pompa di calore, più o meno rumorosi e silenziosi, di classe energetica A+++ o inferiori, con WiFi o senza. Anche le marche che producono questi elettrodomestici sono molte, e tra le migliori ci sono sicuramente Daikin, Lakes, Ariston e Mitsubishi.

Ecco una guida all'acquisto completa, con un confronto e una classifica delle migliori marche e modelli, per scegliere il migliore climatizzatore in base alle tue esigenze tra quelli disponibili sul mercato. Innanzitutto metteremo a confronto diversi modelli delle migliori marche, poi procederemo alla guida all'acquisto vera e propria con la spiegazione passo passo di tutte le caratteristiche tecniche.

Come funzionano i climatizzatori inverter e dual split

I climatizzatori sono disponibili in una grande varietà di modelli, ma si distinguono anche in base alla tecnologia che sfruttano.I modelli con pompa di calore permettono anche di riscaldare gli ambienti, oltre a raffrescarli grazie allo scambio termico che avviene con l'esterno, e vengono preferiti a quelli senza pompa di calore perchè riescono a sostituire molte delle funzioni tipiche della caldaia (e sono previsti anche sgravi fiscali per l'acquisto di questi modelli).

Alla tipologia del climatizzatore on/off si è poi affiancata una categoria più innovativa, ovvero i climatizzatori inverter: piuttosto che essere spenti e riaccesi continuamente, provocando anche uno spreco energetico, i climatizzatori inverter restano accesi per più tempo ma consumano molto meno. Questo perchè, una volta raggiunta la temperatura che desideriamo, il climatizzatore lavora a basso regime, mantenendo il clima ideale senza sprecare corrente.

Come sappiamo, i condizionatori fissi, o a parete, con unità esterna si compongono di un'unità refrigerante – ovvero il climatizzatore vero e proprio – e di un'unità esterna, che per intenderci è il cubo dotato di ventola che vediamo spesso sui tetti e sulle pareti delle case. Ai tradizionali modelli mono split, che quindi prevedono una sola unità refrigerante per ogni unità esterna, si sono affiancati i climatizzatori dual split, trial split e multi split, ovvero modelli che permettono di utilizzare due, tre o quattro condizionatori a fronte di una sola unità esterna.

Ci sono poi i condizionatori fissi senza unità esterna, che integrano tutte le funzioni all'interno del climatizzatore stesso, ma che sono in media meno silenziosi rispetto ai modelli con unità esterna.

I condizionatori portatili sono più maneggevoli ed economici rispetto ai modelli fissi, e hanno il grande vantaggio di poter essere trasportati da una stanza all'altra, ma di norma tendono a essere meno efficaci e a utilizzare più energia.

Stiamo per iniziare il nostro confronto tra modelli delle migliori marche, ma non prima di aver spiegato altre tre caratteristiche necessarie per valutare la potenza e il consumo di un climatizzatore:

  1. BTU: acronimo di British Termal Unit, è la quantità di energia consumata dal condizionatore per raffrescare o riscaldare la casa; maggiore è il numero di BTU, più grande sarà l'ambiente in cui è possibile collocare il climatizzatore.
  2. SEER: è l'indice di efficienza energetica stagionale, riguarda la capacità di raffreddamento
  3. SCOP: è l'indice di prestazione stagionale, riguarda la capacità di riscaldamento

I migliori climatizzatori sul mercato: confronto per rumorosità, marca e prezzo

Per capire meglio quali sono le diverse possibilità per chi vuole acquistare un condizionatore, abbiamo scelto 10 tra i migliori modelli delle migliori marche di climatizzatori disponibili in rete.

Descriveremo le tipologie e le caratteristiche tecniche dei diversi condizionatori, dai modelli tradizionali al confronto tra climatizzatori dual split a bassa rumorosità. Per portare avanti il confronto ci aiuteremo con le opinioni e le recensioni degli utenti che hanno già acquistato i vari modelli delle diverse tipologie.

Condizionatore a parete Daikin Sensira

Iniziamo il nostro confronto tra diversi modelli di condizionatore con il climatizzatore di Daikin, una delle migliori marche per questa categoria di prodotti.

Con classe energetica A++, questo modello di condizionatore monosplit ha la funzionalità inverter, ovvero è in grado di restare acceso per molto tempo mantenendo la temperatura richiesta e consumando pochissima energia.

Questo climatizzatore ha la pompa di calore, quindi può essere utilizzato sia per il freddo che per il caldo, e grazie al movimento oscillatorio verticale dell'aria assicura di raffrescare tutte le parti di una stanza, anche gli angoli più nascosti.

È dotato di sensore di movimento, che permette di capire se una persona è nella stanza e direzionare il getto d'aria in una zona diversa. Quando il sensore non riconosce nessuna presenza per più di 20 minuti, il climatizzatore passa alla modalità risparmio energetico.

Il filtro incorporato in questo modello permette di raffrescare l'aria e allo stesso tempo di eliminare le particelle di polvere e le impurità all'interno della stanza; è possibile utilizzarlo anche con la sola funzione di deumidificazione.

Con i suoi 20 decibel, è molto silenzioso; lo si può comandare grazie al telecomando, ma se si installa anche il modulo WiFi opzionale, sarà possibile manovrare il condizionatore grazie all'app dedicata, tenendo sempre sotto controllo il consumo energetico. È disponibile su Amazon a partire da 607,99€.

BTU: 12000

Classe energetica: A++

Condizionatore fisso Ariston PRIOS R32

Passiamo al secondo modello di climatizzatore del nostro confronto, stavolta targato Ariston, tra i più affidabili marchi produttori di elettrodomestici per la casa.

Anche in questo caso si tratta di un condizionatore a parete di tipo monosplit, che utilizza il gas refrigerante R32 che ha un impatto minore sull'ambiente rispetto ai gas utilizzati in precedenza. Anche in questo caso la tecnologia inverter permette di avere un risparmio energetico e al tempo stesso di mantenere costante la temperatura desiderata.

Questo condizionatore è dotato di funzione booster, grazie alla quale è possibile raggiungere la temperatura impostata in tempi molto più rapidi; la funzione Folllw Me, inoltre, fa sì che il flusso d'aria del condizionatore segua la persona che è nella stanza grazie a un sensore collegato al telecomando.

La funzione Memory permette poi di ricordare l'impostazione della temperatura e la velocità della ventola per avere una maggiore comodità; la funzione autopulente, infine, fa sì che il condizionatore riesca a portare avanti da solo la manutenzione, in modo da funzionare meglio e durare più a lungo.

Anche in questo caso è possibile acquistare separatamente il kit Wi-Fi, collegando il condizionatore all'app dedicata e trasformando lo smartphone in un telecomando. È in vendita online a partire da 398€.

BTU: 12000

Classe energetica: A++

Climatizzatore Monosplit Samsung Maldives

Passiamo al terzo climatizzatore a parete oggetto del nostro confronto, il modello della serie Maldives di Samsung, dotato di unità refrigerante e unità esterna.

Anche in questo caso parliamo di un climatizzatore inverter, in grado di mantenere la temperatura desiderata e di abbassare gradualmente sia i consumi energetici che la rumorosità. Oltre alla funzione refrigerante e riscaldante, questo climatizzatore è in grado di purificare l'aria, eliminando polvere e batteri.

Come anche per il modello di Ariston, questo condizionatore Samsung ha la funzione autopulente, che garantisce una maggiore efficacia e durata dell'elettrodomestico, oltre a prevenire il diffondersi di muffe e cattivi odori. Anche quando è spento, infatti, il condizionatore continua a prendere aria, per evitare che i batteri fuoriescano.

Questo modello, con i suoi 9000 BTU, va bene per una stanza di dimensioni non eccessive (circa 30 mq), ma nella gamma Maldives ci sono anche condizionatori più potenti, che arrivano fino a 24mila BTU. È in vendita su Amazon a partire da 349€ e su Unieuro allo stesso prezzo.

BTU: 9000

Classe energetica: A++

Condizionatore inverter Mitsubishi Electric MSZ-DM25VA

Anche Mitsubishi è una marca molto affidabile per quanto riguarda la produzione di condizionatori per uso domestico, quindi non potevamo includere un climatizzatore targato Mitsubishi nel nostro confronto.

Questo modello con pompa di calore fa parte della Linea Smart, è monosplit ed è caratterizzato da dimensioni compatte e un design dalle linee pulite. Come tutti i condizionatori Mitsubishi, anche questo è dotato della tecnologia inverter e dispone di un filtro agli ioni d'argento, che dura per ben 10 anni, ottimo per purificare l'aria.

Particolarmente indicata per le ore notturne è la funzione Timer, che permette di programmare l'accensione o lo spegnimento del condizionatore con intervalli di circa un'ora; molto silenzioso, ha un tasso di rumore di 22 decibel, che va diminuendo man mano che si arriva al raggiungimento della temperatura ottimale.

Mitsubishi è inoltre la prima azienda ad aver trovato un modo per sostituire le tubazioni del climatizzatore senza dover cambiare tutto l'impianto, garantendo sia un minore impatto ambientale che un maggiore risparmio economico. Questo modello di climatizzatore è in vendita su Amazon a partire da 425,99€ e su Unieuro a 449€.

BTU: 9000

Classe energetica: A+

Condizionatore pompa di calore Hitachi Dodai

Tra le marche più riconosciute e apprezzate dagli utenti per la qualità dei condizionatori c'è Hitachi, che propone questo modello facile da installare grazie a un accesso più semplice alle tubazioni.

Anche questo condizionatore utilizza il gas refrigerante R32 ed è dotato di pompa di calore; si tratta di un modello mono split, con unirà di refrigerazione e unità esterna. Dotato di telecomando, ha incorporata la tecnologia inverter. Oltre al telecomando è possibile controllare il climatizzatore attraverso lo smartphone, basterà soltanto scaricare l'app dedicata e collegarla al proprio condizionatore.

Oltre alla possibilità di raffrescare e riscaldare l'aria, questo climatizzatore è dotato di un filtro lavabile che permette di purificare l'ambiente con un'azione antibatterica; è coperto da una garanzia di 5 anni, e grazie alla possibilità di disinstallare facilmente il motore del ventilatore anche le operazioni di assistenza sono velocizzate.

Il nuovo compressore installato all'interno di questo modello garantisce un minore livello delle vibrazioni, ma soprattutto una maggiore silenziosità rispetto ai climatizzatori precedenti della stessa marca. È in vendita online a partire da 590€.

BTU: 12000

Classe energetica: A++

Climatizzatore fisso AERMEC Monosplit

L'ultimo modello di condizionatore monosplit a parete che mettiamo a confronto è il climatizzatore di AERMEC, con unità interna dotata di pompa di calore.

Come abbiamo visto anche per i modelli in precedenza, questo condizionatore utilizza il gas R32 e ha la tecnologia inverter; è possibile scegliere tra quattro velocità di refrigerazione o riscaldamento: minima, media, massima, turbo.

Tra le funzioni disponibili, oltre al raffrescamento e al riscaldamento, ci sono anche quelle relative alla deumidificazione o alla sola ventilazione; ricche anche le funzioni aggiuntive, come il raffreddamento rapido, la ventilazione prolungata per evitare che si formino le muffe, il Benessere Notturno per un funzionamento più delicato e silenzioso.

Il timer permette di programmare dal telecomando l'accensione e lo spegnimento del climatizzatore, ma non è disponibile un'applicazione dedicata. Questo modello di condizionatore è disponibile in rete a partire da 490€.

BTU: 12000

Classe energetica: A+

Climatizzatore portatile Pinguino N87 De'Longhi

Dopo aver confrontato diversi modelli di condizionatore fisso, passiamo ai climatizzatori portatili prendendo in considerazione la proposta della italiana De'Longhi.

Questo modello utilizza il gas refrigerante R410A e ha un pannello di controllo soft touch facile da utilizzare. Anche in questo caso è possibile regolare l'intensità del flusso d'aria e scegliere se raffreddare o semplicemente deumidificare e ventilare l'ambiente.

Anche in questo caso è possibile utilizzare la funzione timer, che prevede una partenza e un avvio programmati, una funzionalità particolarmente utile per le ore notturne; il termostato fa sì che il condizionatore si spenga una volta raggiunta la temperatura desiderata, riaccendendosi solo quando la stanza diventa troppo calda o troppo fredda.

Con un telecomando in dotazione, delle ruote e una maniglia per un trasporto più facile e veloce, questo climatizzatore portatile è disponibile su Amazon a partire da 599,38€.

BTU: 9800

Classe energetica: A

Climatizzatore portatile Olimpia Splendid

Il secondo modello di climatizzatore portatile che comprendiamo nel nostro confronto è prodotto da Olimpia Splendid ed è tra i condizionatori più venduti su Amazon.

Con soli 35 cm di larghezza, è tra i più compatti della sua categoria, ed è dotato di un telecomando per poter controllare l'elettrodomestico a distanza. Per essere un climatizzatore portatile è molto silenzioso, con soli 49 decibel di pressione sonora.

Molte le modalità di funzionamento del climatizzatore portatile: oltre alla funzione dedicata al refrigeramento, è possibile anche selezionare la funzione deumidificazione, ventilazione, sleep, automatico e turbo per una maggiore velocità di raffreddamento dell'ambiente.

Il timer integrato permette di ritardare l'avvio del climatizzatore grazie al telecomando, oltre a selezionare le diverse funzionalità tra cui è possibile scegliere; è disponibile su Amazon a partire da 278,31€ e su Unieuro allo stesso prezzo.

BTU: 8000

Classe energetica: A

Condizionatori dual split Inverter Hisense New Comfort

Dopo aver confrontato due modelli di climatizzatore portatile, torniamo sui condizionatori fissi a parete, ma in questo caso abbiamo a che fare con un climatizzatore dual split.

Questo significa che a un'unità esterna corrispondono due unità di refrigerazione: ciò permette ad esempio di poter sistemare due condizionatori in due diverse stanze della casa utilizzando una sola unità esterna.

Il modello di Hisense utilizza il gas refrigerante R32, è dotato di pompa di calore e quindi è possibile utilizzarlo anche per riscaldare gli ambienti, oltre che per raffreddare e deumidificare la sala; il filtro ai carboni attivi permette inoltre di purificare l'aria, eliminando i batteri e soprattutto la muffa.

È possibile acquistare separatamente il kit WiFi e governare il condizionatore tramite l'app dedicata; con una garanzia di 3 anni sull'unità interna e di 5 anni sul compressore, questo modello di climatizzatore è disponibile su Amazon a 864€.

BTU: 9000+12000

Efficienza energetica: A++

Climatizzatori multi split Inverter Hisense New Comfort

L'ultimo modello di climatizzatore che mettiamo a confronto è un trial split oppure multi split, ovvero un condizionatore che dispone di una sola unità esterna per 3 unità refrigeranti interne.

Il meccanismo a pompa di calore permette di utilizzare il climatizzatore anche nei mesi invernali, mentre la funzione deumidificazione è ottimale per mantenere pulita e salubre l'aria degli ambienti domestici.

Questo modello utilizza il gas R410, è un condizionatore inverter ed è governabile a distanza grazie al telecomando. È possibile anche acquistare separatamente il kit WiFi per utilizzare l'app dedicata e manovrare l'elettrodomestico dallo smartphone.

Questo condizionatore trial split di Hisense è in vendita online a 1064€.

BTU: 9000+9000+9000

Classe energetica: A++

Come scegliere il condizionatore: guida all'acquisto

Il confronto tra prodotti ci ha già messo in condizione di avere un'idea su quali sono le caratteristiche da tenere in considerazione nella scelta del migliore climatizzatore per soddisfare le tue esigenze.

Come promesso, ecco la guida all'acquisto vera e propria: una descrizione passo passo di tutte le caratteristiche da tenere d'occhio, molto importante per prendere la decisione giusta e non sprecare i tuoi soldi.

Tipologia

La caratteristica iniziale da tenere d'occhio nella scelta del miglior modello per le tue esigenze è innanzitutto la tipologia di climatizzatore che intendiamo acquistare. Come abbiamo visto, sul mercato ci sono molte differenze tra i diversi modelli, ma esistono due tipologie generali, ovvero condizionatori fissi e condizionatori portatili.

I climatizzatori fissi, o a parete, vengono installati all'interno di una stanza e non possono essere mossi; sono dotati quasi sempre di un'unità esterna, oltre all'unità di refrigerazione vera e propria, e spesso hanno la pompa di calore incorporata che permette a questi elettrodomestici di riscaldare gli ambienti nei mesi invernali, oltre che raffrescarli nei mesi estivi.

I condizionatori portatili sono invece più compatti, possono essere trasportati nelle diverse stanze della casa grazie a ruote e maniglie, sono abbastanza maneggevoli ma di norma sono più rumorosi rispetto ai modelli fissi, e consumano più energia. Hanno però il vantaggio di essere spostabili.

Meglio il condizionatore fisso o portatile? Dipende dalle tue esigenze, e anche dalle tue tasche: in generale un modello di climatizzatore fisso è certamente più versatile e consuma meno energia, ma magari può rappresentare una soluzione poco utile se hai una casa con molte stanze e non sapresti dove collocare il condizionatore a parete.

BTU

Il numero dei BTU in un climatizzatore è, come abbiamo già anticipato all'inizio di questo articolo, la British Thermal Unit, ovvero la quantità di energia di cui il condizionatore può disporre per raffrescare o riscaldare l'ambiente. Più alto è il valore del BTU, maggiore sarà l'ampiezza della stanza in cui andare a collocare il condizionatore.

Sul mercato ci sono climatizzatori da 8000 BTU e modelli che possono superare i 24000 BTU: i primi sono adatti a una stanza di circa 20 mq, mentre i più potenti sono in grado di raffrescare un ambiente fino a 50 mq.

SEER e SCOP

Lo abbiamo già anticipato, ma lo ripetiamo anche all'interno della guida all'acquisto perchè questa è una caratteristica importante per la scelta del migliore climatizzatore.

Queste due sigle indicano rispettivamente dei valori che ci dicono molto sulla potenza del condizionatore: spesso sono assenti dalle descrizioni sommarie dei diversi modelli, ma è possibile trovarle sempre all'interno della scheda tecnica.

Il SEER è il parametro relativo al raffreddamento, e rappresenta l'indice di efficienza energetica; lo SCOP è invece il coefficiente di prestazione energetica stagionale, ed è relativo al riscaldamento, quindi è presente soltanto in quei modelli di climatizzatore che includono la pompa di calore.

Pompa di calore

Abbiamo già parlato della pompa di calore all'inizio di quest'articolo, annoverandola tra le caratteristiche da tenere d'occhio nella scelta del modello migliore.

La presenza della pompa di calore non indica di per sè che un climatizzatore è migliore di un altro, ma è un elemento determinante per valutare la versatilità di questo elettrodomestico, e capire quanto poter fare a meno dei sistemi di riscaldamento.

Mentre i condizionatori non sono provvisti di pompa di calore, i climatizzatori propriamente detti posseggono la pompa di calore: ciò significa che essi possono essere utilizzati non solo in estate per raffreddare l'aria, ma anche in inverno per riscaldarla. Oltre che assolvere alle funzioni di un condizionatore, quindi, il climatizzatore con pompa di calore può sostituire l'azione di stufe e termosifoni, facendo lavorare meno anche la caldaia.

La pompa di calore è una caratteristica indispensabile? No, se avete già un impianto di riscaldamento e cercate un elettrodomestico da usare solo in estate, ma magari se siete in una casa nuova e mancano i termosifoni, un modello con pompa di calore vi assicura un aiuto climatico anche nei mesi freddi.

On/Off e Inverter

I condizionatori tradizionali, come anche i modelli portatili, funzionavano semplicemente in base al meccanismo on/off con il termostato: praticamente l'elettrodomestico si accende per raggiungere la temperatura indicata, e appena ci arriva si spegne, per poi riaccendersi quando la temperatura cambia, alzandosi o abbassandosi.

I condizionatori inverter, di nuova generazione, invece di spegnersi e accendersi semplicemente modulano la loro intensità in base alla temperatura: se devono raggiungere un determinato clima lavorano al massimo della potenza, ma per mantenere la temperatura restano accesi e, in una sorta di modalità "a risparmio energetico", consumano pochissima energia.

La tecnologia inverter è una caratteristica indispensabile? Sì, se vuoi acquistare un climatizzatore di tipologia fissa. Questa tecnologia permette di risparmiare molto in bolletta e migliora anche la tenuta dell'elettrodomestico, che accendendosi e spegnendosi continuamente rischierebbe invece di rovinarsi e perdere potenza.

Consumo energetico

Come tutti gli elettrodomestici dotati di una resistenza, quindi che vengono accesi e spenti di frequente, anche il condizionatore consuma più energia rispetto agli elettrodomestici che sono accesi tutto il giorno – come ad esempio il frigorifero.

La tecnologia inverter, insieme alle innovazioni tecnologiche, hanno permesso a un elettrodomestico abbastanza costoso in termini energetici di diventare molto efficiente dal punto di vista dei consumi: l'ideale per risparmiare in bolletta è scegliere un climatizzatore di classe energetica A+++, ma anche scegliere un modello A++ o A+ garantisce un risparmio sulla bolletta della luce unita al comfort di una temperatura sempre al top.

Rumorosità

Se non amate il ronzio degli elettrodomestici, allora la rumorosità e silenziosità di un climatizzatore è una caratteristica importante da tenere in considerazione. Chi cerca un climatizzatore portatile silenzioso dovrà scendere a compromessi con le proprie aspettative, perchè sono proprio i modelli portatili a essere più rumorosi.

Grazie anche alla tecnologia inverter, invece, i climatizzatori fissi a parete sono molto più silenziosi; nella scheda tecnica dei diversi modelli che abbiamo confrontato è sempre presente l'indicatore di rumorosità, espresso in decibel (db).

Ma cosa vuol dire, ad esempio, che un climatizzatore è rumoroso venti decibel? Molto poco: 20 db è il rumore ideale per il funzionamento di un climatizzatore di notte, praticamente quasi come se non ci fosse. È per questo che molti condizionatori hanno la funzione notte tra quelle che è possibile selezionare: si tratta di una modalità più silenziosa rispetto a quella da utilizzare nelle ore diurne, che comunque non dovrebbe superare i 48 db.

Condizionatori Dual Split e Multi Split

All'interno di case grandi o uffici spesso un solo condizionatore non basta: è per questo che sul mercato sono stati introdotti dei modelli con una sola unità esterna per due o più unità refrigeranti.

I climatizzatori dual split, trial split e in generale multi split sono quindi modelli che permettono di collegare più condizionatori a una sola unità esterna, permettendo quindi di risparmiare spazio e di avere contemporaneamente una temperatura ideale in tutte le stanze.

Come abbiamo visto anche nel confronto tra prodotti, è possibile scegliere anche modelli di climatizzatori dual split con diversi BTU, in modo da poter raffrescare stanze di dimensioni diverse senza dover acquistare un elettrodomestico sovradimensionato alla superficie da climatizzare.

Dove acquistare il climatizzatore

I climatizzatori sono elettrodomestici davvero fondamentali per chi cerca sollievo durante i mesi estivi, ma anche per riscaldare l'ambiente durante l'inverno. Oltre che nei negozi specializzati, i condizionatori sono disponibili anche online, soprattutto su Amazon, dove è possibile accedere a un catalogo potenzialmente infinito di modelli e prezzi.

Acquistare il climatizzatore su Amazon rappresenta un vantaggio per molti motivi: innanzitutto permette di ricevere l'elettrodomestico direttamente a casa senza dover fare fatica a trasportarlo; in secondo luogo è possibile leggere le opinioni e recensioni di chi ha già acquistato il condizionatore per farsi un'idea migliore delle caratteristiche tecniche dei climatizzatori. Infine sarà possibile fare affidamento sul servizio clienti Amazon, oltre chiaramente alla garanzia della casa produttrice.