Quale compro

Migliori condizionatori portatili: classifica, opinioni e prezzi

I condizionatori portatili sono degli elettrodomestici perfetti per l’estate, perchè hanno un prezzo contenuto e riescono a rinfrescare stanze e appartamenti grazie alla presenza di un tubo esterno. Ecco una guida per scegliere i migliori condizionatori portatili silenziosi, con particolare attenzione ai modelli compatti e con tecnologia inverter delle migliori marche.
A cura di Quale Compro Team
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Quale compro

I condizionatori portatili sono degli elettrodomestici monoblocco dotati di tubo ideali per combattere il caldo estivo. A differenza dei condizionatori fissi sono più economici, pratici e hanno delle dimensioni compatte, anche se possono risultare più rumorosi. Tra le principali caratteristiche dei condizionatori portatili segnaliamo la versatilità grazie alla presenza del tubo. Le ruote poste alla base dell'elettrodomestico, inoltre, consentono di spostarlo facilmente ovunque si abbia necessità di utilizzarlo.

I modelli disponibili in commercio sono diversi e scegliere quello che più si addice alle diverse esigenze personali può risultare complicato. Per effettuare una prima valutazione è importante considerare i BTU, l'unità di misura che ne indica la potenza, le dimensioni, i consumi e la praticità.

Inoltre è possibile acquistare dei modelli che possono sia rinfrescare che riscaldare gli ambienti domestici. Specifichiamo, però, che quella di emettere aria calda è una prerogativa esclusiva dei condizionatori portatili dotati di pompa di calore.

In questo articolo parleremo sempre dei condizionatori portatili con tubo, che sono dei condizionatori veri e propri perché dotati di tubo esterno che permette all'aria calda di uscire fuori. I condizionatori portatili senza tubo sono invece dei raffrescatori evaporativi, più che dei condizionatori veri e propri.

I 10 migliori condizionatori portatili del 2021: classifica e recensioni

Di seguito vi proponiamo un vero e proprio confronto tra modelli delle migliori marche. Grazie alle opinioni e recensioni degli utenti in rete, avremo modo di mettere a paragone le caratteristiche e potenzialità dei diversi modelli, elencando i pro e i contro dei condizionatori portatili disponibili sul mercato.

De'Longhi Pinguino Pac WE128 Eco Silent

Cominciamo il nostro confronto con uno dei modelli più famosi di condizionatore portatile: si tratta del Pinguino De'Longhi Pac WE128 Eco Silent, proposto in una versione innovativa.

Il modello Eco Silent promette di essere più silenzioso e meno impattante sull'ambiente rispetto al modello standard di De'Longhi: da qui la decisione di utilizzare il gas propano R290, che non incide sull'ozono e garantisce un vantaggio ecologico. Ha una rumorosità di 54 dB, ma la tecnologia Silent attutisce il rumore grazie alla doppia ventilazione e alle pareti insonorizzate.

La tecnologia principale è acqua/aria, con la possibilità di riempire facilmente la vaschetta mentre il condizionatore è in funzione, e la potenza refrigerante di questo modello è di 12500 BTU. Grazie alla classe di efficienza energetica A+, questo condizionatore portatile garantisce anche un risparmio in bolletta.

Il display a LED, la ricchezza delle funzioni e il design sofisticato lo rendono bello da vedere, oltre che versatile e potente.

Rumorosità: 54 dB

Pro: oltre che nella modalità aria/acqua, è possibile utilizzarlo anche nella modalità aria/aria al massimo della potenza

Contro: alcuni utenti reputano il tubo di scarico troppo corto per le loro esigenze

ARGO SWAN

Tra i brand più apprezzati per il rapporto qualità prezzo dei suoi prodotti c'è Argo Swan, di dimensioni compatte e a un costo contenuto.

Questo condizionatore portatile è in grado di raffreddare e deumidificare un ambiente di medie dimensioni, grazie alla potenza refrigerante di 8000 BTU; può essere utilizzato in modalità ventilazione, raffreddamento e deumidificazioni, e le sue alette sono orientabili sia in senso verticale che orizzontale.

Il filtro è facile da rimuovere e da lavare, e quando è in funzione climatizzazione la condensa viene vaporizzata automaticamente, senza la necessità di andare a rimuovere la vaschetta; è dotato di funzione memory, in caso di sospensione della corrente, e della funzione sleep per regolare la temperatura durante il sonno.

Facile da spostare grazie alle ruoti multi direzionali, è anche semplicissimo da gestire grazie al telecomando intuitivo ed essenziale.

Rumorosità: 65 dB

Pro: le recensioni degli utenti lodano la leggerezza e compattezza di questo condizionatore, facile da spostare da una stanza all'altra

Contro: non è il più silenzioso sul mercato, e non ha una potenza particolarmente elevata

Whirlpool PACW9COL

Ideale per gli ambienti domestici non particolarmente ampi, il condizionatore portatile con tubo Whirlpool PACW9COL ha classe di efficienza energetica A++. Questo vuol dire che concede ottime prestazioni senza spendere troppo.

Tra le sue principali caratteristiche segnaliamo il basso livello di rumorosità, solo 45 dB, che lo rende uno dei più silenziosi presenti in commercio, utilizzabile anche di notte senza problemi o fastidi.

Dispone di un pratico telecomando che permette di utilizzarlo a distanza e che può essere comodamente riposto all'interno di un alloggio posto nella parte laterale dell'elettrodomestico.

Infine, i materiali utilizzati per realizzarlo sono resistenti e di ottima qualità.

Rumorosità: 45 dB

Pro: le recensioni degli utenti Amazon sottolineano le dimensioni compatte, la praticità di questo modello e l'ottimo rapporto qualità/prezzo.

Contro: le opinioni sottolineano che questo condizionatore funziona alla perfezione solo in stanze non troppo ampie

Olimpia Splendid Dolceclima Compact

Olimpia Splendid Dolceclima Compact è uno dei produttori storici di condizionatori portatili, al pari di De'Longhi, e questo modello è disponibile in diverse potenze refrigeranti, quindi è adatto a stanze di ampiezza diversa.

Compatto nelle dimensioni, questo modello di Olimpia Splendid ha una serie di funzionalità aggiuntive rispetto ai modelli visti in precedenza: oltre a rinfrescare, ventilare e deumidificare, ha anche le funzionalità automatica, turbo e sleep per mantenere la temperatura costante durante la notte.

Con gas refrigerante naturale r290 per il minimo impatto sul riscaldamento globale, la condensa prodotta viene scaricata attraverso il tubo in dotazione. Dispone di un comodo display touch e telecomando per impostare facilmente tutte le funzioni.

Rumorosità: 63 dB

Pro: la classe energetica A garantisce un consistente risparmio energetico anche al massimo della potenza

Contro: quando viene utilizzato per rinfrescare la stanza ha una rumorosità più alta rispetto alla modalità deumidificazione

Klarstein Max Breeze Smart

Tra i più affidabili produttori di condizionatori portatili sul mercato c'è Klarstein Max Breeze Smart, che ha proposto il suo modello di condizionatore portatile dotato di tecnologia inverter.

Questo dispositivo ha una grande potenza refrigerante, pari a 15000 BTU, e viene giudicato dalle opinioni degli utenti come molto meno rumoroso rispetto ad altri modelli di marche diverse. Permette di regolare la temperatura tra i 18°C e 32°C, quindi è dotato di pompa di calore e può essere utilizzato sia per rinfrescare l'aria in estate che per riscaldarla nei mesi più freddi.

Con 3 livelli di potenza, questo modello ha diverse funzionalità e un timer di 24 ore che permette di programmare l'accensione del dispositivo in modo automatico; il tubo di scarico può essere anche collegato alla finestra, grazie a un'apposita guarnizione che rende efficiente il filtraggio dell'aria calda verso l'esterno.

Rumorosità: 62 dB

Pro: è potente e riesce a rinfrescare tranquillamente una stanza di più di 40 mq. Tutte le impostazioni possono essere monitorate tramite display

Contro: come tutti i condizionatori portatili, è meno silenzioso rispetto a un modello fisso

Argo Realx Style

Argo Relax Style è un climatizzatore portatile con tubo con classe di efficienza energetica A dotato di tre modalità di funzionamento (raffrescamento, ventilazione, deumidificazione) e tre velocità di ventilazione.

Dispone di un comodo timer digitale di accensione e di spegnimento e prevede la possibilità di poterlo programmare per 24 ore. Attraverso il display LCD, inoltre, è possibile controllarne il funzionamento in modo rapido ed intuitivo.

Risulta molto facile da trasportare in diversi ambienti domestici grazie alle ruote multi direzionali e alla pratica maniglia. Il design moderno lo rende facilmente adattabile ed utilizzabile in qualsiasi ambiente.

Rumorosità: 64 db

Pro: il filtro dell'aria risulta molto facile da rimuovere, concedendo una pulizia rapida ed accurata.

Contro: il tubo secondo alcuni utenti ha un diametro leggermente ingombrante.

 Klarstein Metrobreeze 9 NYC

Passiamo a un modello dal design molto sofisticato, Klarstein Metrobreeze 9 NYC.

Questo condizionatore portatile ha una potenza refrigerante di 9000 BTU e tre funzionalità a scelta tra raffreddamento, ventilazione e deumidificazione; facile da spostare da una stanza all'altra grazie alle ruote girevoli a 360 gradi, è venduto con un set di guarnizione per finestre in dotazione.

L'oscillazione delle alette può essere effettuata in verticale o in orizzontale in base alle proprie esigenze; il condizionatore può essere utilizzato con 3 diversi livelli di potenza. Pur arrivando a una temperatura di 30°C, questo dispositivo non è dotato di pompa di calore, quindi può essere usato solo per rinfrescare e non per riscaldare.

Rumorosità: 62 dB

Pro: non è ingombrante, funziona molto bene secondo le recensioni ed è anche bello da vedere

Contro: gli utenti non hanno trovato particolari difetti in questo modello.

Argo Orion Plus

La maggior parte dei condizionatori portatili sono unicamente in grado di rinfrescare l'ambiente, ma quelli dotati di pompa di calore possono sostituire i termosifoni ed essere utilizzati anche d'inverno per riscaldare piccoli e grandi spazi.

Parliamo, in questo caso, di climatizzatori portatili caldo/freddo; un esempio è il modello Orion Plus di Argo, brand di cui abbiamo già visto un dispositivo in grado soltanto di rinfrescare. Questo modello ha una potenza di 13000 BTU e una classe energetica A quando usato come condizionatore, A+ per la modalità riscaldamento.

Questo dispositivo è dotato di 3 velocità di ventilazione quando viene utilizzato nella funzione ventilatore, una modalità automatica e un timer digitale di accensione e spegnimento programmabile; tra le funzioni da tenere in considerazione c'è sicuramente quella di auto-diagnosi, in modo tale da effettuare la manutenzione quando necessario.

Facile da spostare, ha una rumorosità di 64dB ed è venduto insieme all'adattatore per la finestra e il kit per l'installazione del tubo a vetro.

Rumorosità: 64 dB

Pro: grazie alla pompa di calore è possibile utilizzarlo tutto l'anno

Contro: è consigliabile per chi non ha un impianto di riscaldamento, mentre chi ce l'ha già può optare per un modello più economico che raffredda soltanto

Condizionatori portatili e climatizzatori portatili: le differenze

Capita spesso di utilizzare i termini  condizionatore e climatizzatore come sinonimi; in realtà, seppure si tratta di apparecchi simili, presentano una piccola, ma importante differenza nel funzionamento.

Entrambi generano aria fredda; ma, mentre il climatizzatore si basa sul lavoro di una pompa di calore, il meccanismo del condizionatore è messo in moto da uno scambio di fluidi.

Come funziona un condizionatore portatile con tubo

Un climatizzatore portatile dotato di tubo funziona attraverso un compressore che ha il compito di raffreddare un liquido refrigerante e di convogliarlo all'interno di una serpentina. La presenza di una ventola permette di aspirare l'aria calda e di indirizzarla all'interno della serpentina, ottenendo un duplice risultato: non solo l'aria emessa sarà fresca, ma verrà anche eliminata l'umidità. L'aria calda e l'umidità verranno poi espulse dall'abitazione attraverso il tubo di scarico.

I vantaggi e gli svantaggi di un condizionatore portatile

I condizionatori portatili hanno dei vantaggi e degli svantaggi. Scopriamo insieme perché acquistarne uno può rivelarsi estremamente vantaggioso.

  1. Non ci sono spese di installazione da sostenere: il condizionatore portatile può essere utilizzato non appena viene tirato fuori dal suo involucro, non è necessario un tecnico per attivarlo.
  2. Rinfrescano solo la stanza in cui si trovano: possono essere utilizzati anche per rinfrescare piccole stanze senza utilizzare più energia del necessario.
  3. La pulizia e la manutenzione dell'elettrodomestico è più facile:  le operazioni di pulizia, soprattutto nel caso del filtro, saranno più facili e immediate.

Se sul piano dei consumi, del risparmio sull'installazione e del prezzo complessivo dell'elettrodomestico, quindi, i modelli portatili sono da preferire rispetto ai modelli fissi.

Ecco, invece, quali sono gli svantaggi.

  • Non rinfrescano tutto l'ambiente domestico ma solo le stanze nelle quali vengono posizionati.
  • Rispetto ai modelli fissi sono sicuramente più rumorosi a causa della presenza del compressore.

Va detto, tuttavia, che molte aziende produttrici di condizionatori portatili hanno proposto sul mercato modelli silenziosi e di classe energetica A++, come vedremo nel confronto tra i diversi modelli delle migliori marche.

Le caratteristiche più importanti dei condizionatori portatili

Nella guida all'acquisto che seguirà il confronto tra diversi modelli parleremo più ampiamente delle caratteristiche tecniche, ma è necessario fin da subito chiarire alcuni concetti:

  • Potenza frigorifera e capacità di raffreddamento: è espressa in BTU (British Thermal Unit) ed esprime la capacità del condizionatore portatile di rinfrescare stanze di ampiezza diversa. Sul mercato ci sono modelli da 500BTU (adatti per una stanza di circa 20 mq) fino ad arrivare a condizionatori di 27000BTU, in grado di rinfrescare un'area superiore a 100 mq.
  • Silenziosità: si esprime in decibel (dB) e rappresenta il rumore che il condizionatore produce quando viene acceso; nel nostro confronto abbiamo comunque selezionato i modelli più silenziosi sul mercato.
  • Classe energetica: indica la quantità di energia elettrica che viene assorbita dal condizionatore portatile quando esso è in funzione; la migliore è A+++, la peggiore è D.
  • Pompa di calore: la presenza della pompa di calore distingue i condizionatori portatili dai climatizzatori portatili con funzione caldo/freddo; questi elettrodomestici, infatti, oltre a rinfrescare l'aria d'estate sono in grado anche di riscaldarla in inverno.
  • Tecnologia on/off e inverter: nel primo caso, al raggiungimento della temperatura desiderata il condizionatore si spegne per poi riaccendersi quando la temperatura cambia; nel caso dei modelli inverter, il condizionatore regola il livello di intensità, evitando lo spegnimento e l'accensione continui e garantendo un risparmio in bolletta.
  • Aria/aria e aria/acqua: i condizionatori portatili aria/aria sono i più innovativi, meno potenti ma più pratici perchè hanno bisogno di poca manutenzione. I condizionatori portatili aria/acqua sfruttano invece la presenza dell'acqua per rinfrescare l'aria, quindi bisognerà portare avanti una manutenzione costante e valutare la capacità della cisterna per capire le ore di autonomia dell'elettrodomestico.
  • Tipologia di gas refrigerante: è una caratteristica che determina l'impatto ambientale del condizionatore portatile. La maggior parte dei modelli utilizza il gas R410a, più nocivo nei confronti dell'ozono rispetto al gas naturale R290, che però è ancora poco utilizzato.

Come scegliere il miglior condizionatore portatile

Il confronto tra diversi condizionatori portatili delle migliori marche ci ha già permesso di farci un'idea delle diverse caratteristiche tecniche da tenere in considerazione, e che già avevamo anticipato all'inizio di questo articolo.

Come promesso, ecco la guida all'acquisto vera e propria, con l'elenco nel dettaglio di tutte le caratteristiche da conoscere prima di scegliere il modello migliore per le tue esigenze.

BTU e potenza refrigerante

Oltre alla potenza vera e propria del condizionatore, espressa in Watt e disponibile sulla scheda tecnica dei vari modelli, una caratteristica da tenere in particolare considerazione nella scelta del condizionatore portatile più adatto alle tue esigenze è certamente il numero di BTU, che va a esprimere la potenza refrigerante dei diversi dispositivi.

Come abbiamo detto all'inizio di questo articolo e visto concretamente nel confronto tra i modelli delle migliori marche, sul mercato sono disponibili condizionatori portatili dotati di diversi livelli di potenza refrigerante, da un minimo di 500 BTU fino a un massimo di 20000 BTU.

Per capire quale tasso di potenza refrigerante è più adatto alla stanza o all'appartamento che vuoi rinfrescare grazie al condizionatore portatile, devi tenere conto di una serie di fattori: non solo l'ampiezza della stanza, ma anche la sua esposizione al sole o la presenza di elettrodomestici che sprigionano calore. In rete troverai facilmente delle tabelle comparative che ti indicano il numero di BTU necessari per rinfrescare stanze di una certa metratura, in modo da scegliere un modello nè sottodimensionato nè sovradimensionato rispetto alle tue esigenze.

Tubo di scarico

Per quanto il condizionatore portatile sia un elettrodomestico a libera installazione, è chiaro che, non avendo un'unità esterna, è necessario che esso sia dotato di un tubo attraverso il quale buttare fuori la condensa e l'aria calda generata nel processo di raffreddamento dell'ambiente.

La maggior parte dei modelli portatili è dotata di un tubo del diametro di circa 13 centimetri e lungo solitamente più di un metro: il tubo può essere posizionato su una parete tramite una fessura circolare, oppure collocato sulla finestra tramite un apposito bocchettone.

Come abbiamo visto, alcuni modelli sono dotati di meccanismi per stabilizzare il tubo ed evitare perdite, mentre altri offrono in dotazione dei sistemi di guarnizione per agganciare alla perfezione il tubo alle finestre.

Pompa di calore: sì o no?

Come abbiamo visto nel confronto, una piccola parte dei modelli di condizionatore portatile è dotata di pompa di calore: non parliamo più, quindi, di condizionatori, ma di veri e propri climatizzatori.

La differenza è molto semplice: mentre nel caso dei condizionatori è possibile rinfrescare, deumidificare o ventilare l'aria, i climatizzatori portatili con pompa di calore sono anche in grado di riscaldare l'ambiente. Questo vuol dire che si tratta di dispositivi che è possibile utilizzare tutto l'anno: in inverno come se fossero termosifoni o stufe, in estate da condizionatori veri e propri.

Questi climatizzatori sono quindi più simili ai modelli fissi, proprio per la loro versatilità e capacità di essere utili per tutto l'anno. La domanda che ci poniamo, tuttavia, è se sia necessario acquistare un modello con pompa di calore o se si tratta di una caratteristica accessoria.

Come sempre, tutto dipende dalle esigenze di ognuno: se avete già un impianto con caldaia e termosifoni, oppure siete già attrezzati per l'inverno con le stufe, allora un climatizzatore portatile con pompa di calore non è il modello che farà per voi. Se invece cercate un dispositivo versatile e da poter utilizzare dodici mesi l'anno, allora siete i clienti perfetti per un buon modello di climatizzatore portatile.

Tecnologia inverter

Come abbiamo potuto vedere, la maggior parte dei condizionatori che abbiamo preso in considerazione non è dotato di tecnologia inverter, ma di una semplice tecnologia on/off. Ci sono tuttavia modelli, anche nel nostro confronto, che sono dotati di questa tecnologia: innanzitutto i condizionatori a pompa di calore, ma non solo.

A differenza dei modelli on/off, che sono dotati di un termostato interno che ne comanda lo spegnimento non appena viene raggiunta la temperatura desiderata, i modelli con tecnologia inverter non si spengono e riaccendono continuamente, bensì regolano l'intensità del getto di aria fredda in base alla temperatura raggiunta all'interno della stanza.

La tecnologia inverter, oltre a essere più sicura nell'evitare sbalzi di corrente e cortocircuiti, garantisce anche un risparmio in bolletta, evitando che l'elettrodomestico si spenga e riaccenda continuamente e quindi utilizzi più energia e corrente elettrica.

Silenziosità

Lo abbiamo detto all'inizio di questa guida, e lo ribadiamo anche qui: nel confronto tra i modelli portatili e i condizionatori fissi, i primi sono sempre più rumorosi dei secondi. Se, quindi, siete alla ricerca di un condizionatore portatile super silenzioso, probabilmente sarà difficile trovare quello che cercate.

Per loro stessa conformazione, i condizionatori portatili tendono a essere meno silenziosi, e spesso sulla scheda tecnica è riportato il grado di rumorosità dell'elettrodomestico alla minima potenza, quindi non sempre si tratta di un dato molto attendibile.

La rumorosità del condizionatore può essere considerata una caratteristica più o meno importante in base alle differenti abitudini: chi è abituato a dormire in assoluto silenzio avrà difficoltà ad addormentarsi con il condizionatore acceso, mentre chi vive in città ed è abituato al rumore delle auto, probabilmente neanche si accorgerà che il condizionatore è acceso.

Come abbiamo visto, il tasso di rumorosità si esprime in decibel: come nel caso dei BTU, in rete è possibile trovare tabelle e schede tecniche che comparano un certo livello di rumorosità a dei suoni che ci sono familiari, in modo da avere un'idea più chiara di cosa significa, praticamente, il numero di decibel riportati in scheda tecnica.

Dimensioni

Una delle caratteristiche più importanti del condizionatore portatile sta nelle sue dimensioni compatte: si tratta infatti quasi sempre di elettrodomestici piccoli, pensati per creare il minimo ingombro e poter essere posizionati più o meno ovunque.

Mentre per quanto riguarda le dimensioni è abbastanza facile trovare condizionatori portatili molto piccoli, da poter utilizzare anche in barca oppure all'interno di un camper, per quanto riguarda il peso è difficile trovare dei modelli leggeri: questo perchè la componentistica interna di un condizionatore è sofisticata, ed è difficile alleggerirla.

Per fortuna, comunque, tutti i modelli che abbiamo preso in considerazione nel confronto sono dotati di ruote pivotanti e di almeno una maniglia per il trasporto, in modo da poter portare senza sforzo il condizionatore in stanze diverse.

Consumo energetico

La maggior parte dei condizionatori portatili che abbiamo preso in considerazione hanno una classe energetica A, quindi sono pensati per ridurre al minimo il consumo di corrente elettrica e l'impatto sull'ambiente.

Nonostante ciò, si tratta pur sempre di elettrodomestici dotati di una resistenza: rispetto ai dispositivi tenuti in corrente tutto il giorno, come ad esempio i frigoriferi, gli elettrodomestici con resistenza consumano inevitabilmente più corrente.

All'interno della scheda tecnica bisognerà dunque tenere d'occhio il consumo energetico orario, espresso in Kw/h.

Funzioni

Nonostante la funzione principale di un condizionatore portatile sia chiaramente quella di rinfrescare l'aria nei mesi più caldi, quasi tutti i modelli abbinano a questa funzionalità principale alcune funzioni accessorie, come la ventilazione e la deumidificazione.

Quasi tutti i modelli sono dotati di diversi livelli di potenza per regolare l'intensità del getto di aria fredda; alcuni, poi, offrono delle funzionalità aggiuntive: si tratta quasi sempre di modelli delle migliori marche, con prezzi da top di gamma.

Tra le funzioni aggiuntive possiamo annoverare la modalità sleep, l'accensione programmata, la modalità automatica e quella turbo. Molto importante è la funzione di auto diagnosi: i modelli dotati di questa funzionalità sono in grado di effettuare uno screening interno per valutare il livello di manutenzione del filtro e delle varie componenti del condizionatore.

Lunghezza del cavo

La lunghezza del cavo di un condizionatore portatile è una caratteristica da tenere d'occhio per capire come e dove posizionare l'elettrodomestico quando lo si vuole mettere in funzione. Oltre alla lunghezza del cavo, bisogna valutare anche la possibilità di ripiegarlo e agganciarlo nella parte posteriore del condizionatore quando esso non viene utilizzato, per evitare che il cavo si deteriori nei periodi di inutilizzo.

Prezzo

Il prezzo di un buon climatizzatore portatile parte da un minimo di 300 euro, ma può superare anche i 1000 euro.

Se non avete un budget particolarmente elevato a vostra disposizione, non preoccupatevi: potete trovare un modello prestante e affidabile anche spendendo una cifra medio-bassa.

Come utilizzare un condizionatore portatile con tubo

Per utilizzare correttamente un condizionatore portatile occorre seguire pochi e semplici passaggi. Ecco come fare.

  • Controllare periodicamente lo stato e la qualità dei filtri per essere certi di utilizzare un elettrodomestico pulito ed igienizzato e che, soprattutto, diffonda aria salubre priva di polvere.
  • Dal momento che per funzionare richiedono una buona quantità di corrente, il suggerimento è quello di non utilizzare una prolunga ma una presa a muro idonea. A tal proposito, è importante anche verificare i kilowatt a disposizione.
  • Per raccogliere la condensa ed il liquido che vengono espulsi dal condizionatore, utilizzare un contenitore dalla capienza idonea, in modo tale da evitare fuoriuscite.
  • Se il condizionatore viene utilizzato anche di notte, il consiglio è quello di programmare l'accensione e lo spegnimento per evitare che resti in funzione inutilmente con conseguente spreco energetico.
  • Quando l'elettrodomestico è in funzione bisogna tenere ben chiuse le porte e le finestre per evitare di disperdere l'aria fredda che viene prodotta.

Dove acquistare il condizionatore portatile

Il condizionatore portatile è un grande alleato nei mesi più caldi, perchè permette di rinfrescare stanze o case di diverse dimensioni con un ingombro ridotto e soprattutto senza necessità di un intervento tecnico per l'installazione.

I condizionatori portatili sono disponibili nei principali negozi di elettronica e su Amazon, dove è solitamente possibile trovarli a un prezzo più basso rispetto a quanto costano nei negozi fisici; oltre a ciò, acquistare un condizionatore portatile su Amazon facilita il trasporto dell'elettrodomestico, che viene consegnato direttamente a casa, e dà diritto alle opzioni di reso o cambio del dispositivo in caso di difetti di fabbricazione o semplicemente se non soddisfa le tue aspettative.

I contenuti Quale Compro sono redatti da un team di esperti, esterni alla redazione Fanpage.it, che analizza, seleziona e descrive i migliori sconti, prodotti e servizi online in maniera affidabile ed indipendente. In alcune occasioni, viene percepita una commissione sugli acquisti effettuati tramite i link presenti nel testo, senza alcuna variazione del prezzo finale.
Per eventuali informazioni o segnalazioni scrivere a qualecompro@ciaopeople.com
LA TUA GUIDA PER LO SHOPPING
Il Black Friday continua con il Black Weekend: le migliori offerte su Amazon
Il Black Friday continua con il Black Weekend: le migliori offerte su Amazon
Ultime ore del Black Friday 2021: le migliori offerte e gli sconti ancora attivi
Ultime ore del Black Friday 2021: le migliori offerte e gli sconti ancora attivi
Cyber eDays di eBay: fino a 370 euro di sconto sui ricondizionati Apple
Cyber eDays di eBay: fino a 370 euro di sconto sui ricondizionati Apple
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni