Avengers, che passione

Una passione nata dai fumetti scritti a partire dagli anni Sessanta da Stan Lee, si trasforma in videogame.

Quando si parla di Romanoff ti si illuminano gli occhi, solo ad immaginare la chioma rosso fiamma di Natasha? Quando pensi alle stelle visualizzi solo la stella bianca sullo scudo di Capitan America? O quando vedi un martello volgi il viso verso il cielo per vedere se ci sono nuvole e lampi? Allora settembre è il tuo mese, e ti raccontiamo il perché.

Siamo tutti un po’ “True Believers”

Di loro e delle loro avventure non ci si sazia mai: e non parliamo solo dei “True Believers”, ossia i lettori cultori e collezionisti di migliaia di fumetti Marvel così chiamati da Stan Lee, l’uomo che con altri, ha ideato le storie di eroi e supereroi. Gli Avengers “spaccano” per la loro simpatia, per le loro lotte a favore del bene dell’umanità e per il lato umano che emerge costantemente in una miriade di difetti coi quali ciascuno di loro (e di noi) deve fare i conti. Eppure le loro origini e storie diverse si mescolano perfettamente quando si tratta di affrontare un nemico comune mettendo in risalto le potenzialità di ciascuno. Questo è ciò che ci piace.

“Hulk spacca!”, ma non è il solo

Ma ancora di più ci piace ascoltare i racconti delle loro avventure, sentirci parte di quell’energia che ci fa pensare che le cose siano realizzabili solo se realizzate collaborando insieme. A settembre questa sensazione potrebbe essere rivissuta in prima persona… esce “Marvel’s Avengers”, dopo tre anni di attesa dal primo annuncio, il nuovo gioco di Square Enix, sviluppato da Crystal Dynamics® in collaborazione con Eidos MontréalTM, Crystal NorthwestTM e Nixxes Software ispirato agli eroi Marvel. Proprio a loro! All’affascinante e ineguagliabile Natasha, con la sua invidiabile chioma rossa e le sue mosse ninja, all’integerrimo Captain America forte del suo scudo in vibranio, a Thor, il dio del tuono, che ogni ragazzino ha cercato di eguagliare in bellezza facendosi crescere i capelli, a Hulk diviso fra genialità e brutalità e, ovviamente, anche a Iron Man con la sua proverbiale maschera di ferro che cela il volto ma non l’arrogante simpatia.

Dall’A-Day al Marvel’s Avengers

Il gioco uscirà contemporaneamente per PlayStation®4, Xbox One, Stadia e PC il 4 settembre 2020 e permette di immedesimarsi in vari supereroi: infatti, ci si potrà divertire in single player o insieme ai propri amici, fino a un massimo di quattro giocatori. Marvel's Avengers ha inizio a San Francisco durante l’A-Day, il giorno dell’inaugurazione del nuovo quartier generale degli Avengers. Sembra andare tutto bene finché accade qualcosa di inaspettato che porta alla distruzione del ponte e della città e alla scomparsa di Captain America. I supereroi vengono considerati responsabili di questa situazione: il senso di colpa separa gli Avengers che per anni rimarranno cani sciolti senza guida né missioni. Poi qualcosa accade. Una ragazza pakistana, Kamala, scopre verità nascoste e inizia il suo percorso per ricomporre il team originario. Ci riuscirà?

La “s” di Avenger è il segreto per vincere

Non esiste un Avenger senza un altro Avenger: i vendicatori sono solo al plurale ed è questa “s” l’elemento qualificante che piace agli appassionati. Ciascuno con le proprie caratteristiche e i propri poteri. Ed è proprio questa la vera missione che gli Avengers dovranno affrontare: tornare insieme credendo in sé stessi e nella forza della cooperazione. Ci riusciranno? Scoprilo dal 4 settembre.