Uber continuerà ad operare in Italia. Ad annunciare la novità è la stessa compagnia di ride sharing che tramite un comunicato annuncia che il tribunale di Roma ha accolto la richiesta sospensiva dell'ordinanza che richiedeva l'interruzione dei servizi di mobilità Uber a partire dal prossimo 17 Aprile. L'app Uber Black per chiamare una delle berline nere con autista saranno ancora disponibili nelle città di Roma e Milano. Situazione analoga per le app Uber-Lux, Uber-Suv, Uber-X, Uber-XL, UberSelect, Uber-Van.

"Il tribunale di Roma ha accolto la nostra richiesta di sospensiva dell'ordinanza che richiedeva l'interruzione dei servizi di mobilità Uber a partire dal 17 Aprile. Siamo molto felici di poter comunicare a tutti i driver e agli utenti di Uber in Italia che potranno continuare ad utilizzare l'applicazione fino alla pronuncia del Tribunale sul nostro reclamo".

Il 7 aprile il Tribunale di Roma aveva accertato la condotta di concorrenza sleale ed ha inibito l'utilizzo dell'applicazione Uber Black "disponendo il blocco di dette applicazioni con riferimento alle richieste provenienti dal territorio italiano, nonché di effettuare la promozione e pubblicizzazione di detti servizi sul territorio nazionale".

Sulla vicenda Uber Italia aveva risposto presentando una domanda di appello al Tribunale di Roma: "Abbiamo presentato domanda di appello poiché crediamo che questa ordinanza vada in direzione opposta rispetto alle linee guida europee in materia di apertura al mercato dei trasporti e al più recente Milleproroghe, che ha ribadito la non vigenza del rientro in rimessa per gli Ncc".