I futuri iPhone potrebbero venir dotati di un sistema in grado di avvisare preventivamente della rottura del vetro del display. A diffondere l'indiscrezione la redazione del portale AppleInsider che riporta di un nuovo brevetto depositato dalla società di Cupertino presso l’U.S. Patent and Trademark Office. Stando ai primi rumor sembrerebbe che gli ingegneri di Apple hanno realizzato una tecnologia in grado di monitorare in tempo reale lo smartphone ed avvisare l'utente in caso di microfratture o condizioni di stress non visibili dall'occhio umano.

Questo nuovo brevetto, intitolato "Rilevamento delle fratture sul vetro di copertura", potrebbe venir utilizzato già nei prossimi iPhone 8 e consentirà ai consumatori di analizzare le condizioni della superficie frontale dell'iPhone grazie ad una rete di sensori. Nel dettaglio il team di Apple avrebbe studiato due tecnologie per rilevare eventuali anomalie al vetro: misurando la tensione fisica a cui il display è sottoposto e delle componenti piezoelettriche in grado di rilevare l’intensità delle vibrazioni, evidenziando eventuali anomalie.

Infine sembrerebbe che nei laboratori di Cupertino un gruppo di ingegneri sia al lavoro su una serie di fasci di luce LED da posizionare nelle estremità dello schermo per scoprire eventuali anomalie sulla superficie del vetro, compresi graffi e crepe. A riguardo si ricorda che a fine 2014 Apple depositò un altro brevetto per limitare i danni dovuti alla caduta del dispositivo. In quel caso gli ingegneri della mela morsicata hanno studiato un sistema in grado di ruotare l'iPhone prima di impattare con il suolo, facendolo "atterrare" sulla parte meno delicata del dispositivo ed evitando così la rottura di componenti delicati e dello schermo.