È stato da pochi minuti attivato il Safety Check di Facebook, lo strumento che permette agli utenti nelle vicinanze dell'attentato avvenuto oggi a Barcellona di informare amici e parenti della propria incolumità. L'attentato si è verificato nel centro di Barcellona dove un camion ha travolta una decina di persone che si trovavano a passeggio sulla Rambla. Dalle prime informazioni riportate dai media spagnoli ci sarebbero due morti e diverse persone ferite. L'uomo alla guida del furgone è scappato. Sul posto numerose ambulanze e la polizia catalana.

Il Safety Check di Facebook, a partire dagli attentati di Parigi, viene attivato anche in caso di una situazione di pericolo al di fuori della sfera delle calamità naturali. Lo strumento fu utilizzato la prima volta nel 2011 in occasione del terremoto e tsunami che ha colpito Tohoku. Dopo una fase iniziale nella quale lo strumento veniva avviato direttamente dai vertici dell'azienda, il social network ha introdotto una modifica che consente all'algoritmo di attivare automaticamente il Safety Check. Questo avviene nel momento in cui molti utenti pubblicano aggiornamenti di stato relativi ad un disastro, per esempio includendo la parola "attentato". Una grande quantità di messaggi di questo tipo in arrivo da una determinata zona attiverà il Safety Check, che di conseguenza chiederà agli utenti se stanno bene.