A pochi giorni dalla notizia della diffusione del pericoloso virus in grado di rubare i dati bancari degli utenti WhatsApp, dalla pagina Facebook "Una vita da social" arriva una nuova comunicazione riguardante una serie di SMS potenzialmente dannosi che un gruppo di truffatori sta inviando spacciandosi per Mediaworld. Come riportato dagli agenti della Polizia di Stato, da qualche giorno dei malviventi hanno iniziato ad inviare messaggi tramite SMS, email e applicazioni di messaggistica come WhatsApp, Telegram e Facebook Messenger per diffondere una pericolosa truffa che promette buoni spesa da utilizzare all'interno dei negozi della catena Mediaworld.

Come sottolineato dai responsabili del servizio "Una vita da social", la truffa non ha nulla a che fare con Mediaworld, l'obiettivo dei cyber criminali è quello di sfruttare la popolarità del brand per truffare il maggior numero di utenti possibili. Il messaggio inviato dai truffatori riporta: "Sei un potenziale vincitore! Partecipa al sondaggio e vinci 150 euro in buoni spesa Mediaworld". Il testo della comunicazione si conclude poi con un pericoloso link che, se aperto, attiva in pochi istanti un costoso servizio in abbonamento, senza offrire alcun buono sconto. Questa truffa in passato è già stata attivata sfruttando numerosi brand come H&M, Zara, Ikea, Coop, Amazon ma anche Burger King, Decathlon e molte altre aziende. Come solitamente avviene in questi casi, il consiglio degli esperti della Polizia postale è quello di bloccate il mittente e cancellare il messaggio senza cliccare sul link.