Accesso WiFi gratuito a tutti i cittadini europei entro il 2020, è una delle nuove proposte presentate nella giornata di oggi nel maxi-pacchetto annunciato dalla Commissione Ue a Strasburgo. Il progetto WiFi4EU nasce in seguito ad un nuovo fondo di investimenti che consentirà ad ogni paese della comunità europea di ottenere incentivi per l’acquisto di infrastrutture moderne come gli hotspot WiFi da installare nei punti d'aggregazione delle principali città per offrire Internet a tutti i cittadini europei.

"Dobbiamo essere connessi. La nostra economia ne ha bisogno. La gente ne ha bisogno. Dobbiamo investire in connettività ora"

La proposta verrà analizzata dal Parlamento europeo e dai Ministri nazionali e se verrà approvata entro la fine del 2016 verrà attivato un fondo di investimenti da 120 milioni di euro da distribuire tra tutti i paesi europei. Oltre alla volontà di offrire il WiFi gratuito a tutti i cittadini europei, la Commissione Ue ha l'ambizione di portare la banda larga a 100 Mega in tutta Europa entro il 2025, sia in città che nelle zone isolate. Come spiegato da Jean-Claude Juncker nel corso del suo discorso: "Le tecnologie digitali stanno invadendo ogni aspetto della vita e chiunque deve avere la possibilità di connettersi, a prescindere da dove viva o quanto guadagni".

Grandi novità anche per le reti di telefonia mobile, la commissione Ue intende infatti rafforzare l'infrastruttura con l'obiettivo di offrire la rete 5G in tutta Europa entro il 2025. Stando a quanto dichiarato dal presidente della Commissione europea Juncker il nuovo "European Electronic Communications Code" potrebbe generare benefici per l’economia dell’Unione Europea pari a 910 miliardi di euro, creando oltre 1,3 milioni di posti di lavoro nei prossimi 9 anni.