A pochi giorni dal Natale dalla pagina Facebook della Polizia di Stato "Una vita da social" arriva l'ennesima segnalazione di una truffa che da qualche giorno sta danneggiando i computer di numerosi utenti italiani. La nuova truffa online coinvolge la società di spedizioni SDA che a causa dell'elevato numero di persone colpite da questo tentativo di phishing si è vista costretta a diffondere un comunicato: "Abbiamo ricevuto segnalazioni riguardo e-mail contraffatte che usano nomi, logo, disclaimer di SDA, si tratta di un'azione fraudolenta assolutamente non autorizzata. Tali e-mail non sono comunicazioni di SDA, se doveste riceverle raccomandiamo di non cliccare su nessuno dei link o degli allegati contenuti, potrebbero infatti danneggiare il vostro computer, è sufficiente eliminare la e-mail".

"Tramite l’utilizzo di e-mail fraudolente, effettuando il cosidetto phishing, persone e/organizzazioni tentano di acquisire dati sensibili per scopi illegali. Queste e-mail sembrano in apparenza provenire da SDA: utilizzano, infatti, il nome ed il logo in modo fraudolento e non autorizzato, ma spesso sono sgrammaticate e scritte in un pessimo italiano"

Nel caso in cui doveste ricevere una mail o altra tipologia di comunicazione da SDA tramite servizi di messaggistica istantanea come WhatsApp o Facebook Messenger, l'invito è quello di prestare la massima attenzione. Come sottolineato dai responsabili della nota società di spedizioni, SDA non richiede mai informazioni personali, numeri di conti correnti, ID o password di vario genere tramite messaggio di posta elettronica. Nel caso in cui doveste ricevere una mail di phishing collegata alla società SDA, il team della compagna di spedizioni invita gli utenti a segnalare l'accaduto inviando una mail a infosda@sda.it.