Tra i problemi più comuni tra i possessori di smartphone troviamo senza dubbio quello relativo alla memoria di archiviazione che spesso non permette agli utenti di scattare foto e registrare video. Sopratutto in occasione delle vacanze estive gli utenti tendono ad utilizzare lo smartphone come una fotocamera, scattando centinaia di foto per immortalare i momenti di relax e le serate con gli amici. Tuttavia spesso la memoria interna degli smartphone, soprattutto quella dei dispositivi che non possono utilizzare schede MicroSD, rendono difficile la realizzazione di nuove foto e video per via della memoria di storage.

Non tutti sanno però che c'é una soluzione utile per tutti coloro che hanno la memoria piena e non hanno intenzione di eliminare immagini, filmati ed altri dati che potrebbero liberare spazio prezioso. Come riportato dalla redazione di Mashable, infatti, tramite l'utilizzo delle fotocamere in-app di applicazioni come Snapchat o Facebook è possibile continuare a scattare foto e registrare video senza preoccuparsi più del problema della memoria piana. È sufficiente aprire Snapchat e scattare una foto per poi fare tap sul pulsante in basso a sinistra "Salva" che permette di continuare ad archiviare immagine anche nel caso in cui la memoria dello smartphone sia piena.

Situazione analoga su Facebook dove basta accedere alla sezione dedicata alle "Stories" per utilizzare la fotocamera interna all'app e anziché cliccare su "La tua storia" sarà possibile fare tap sulla voce "Salva". Per poter utilizzare questa procedura su un qualsiasi smartphone con la memoria piena basta assicurarsi che le app in questione godano dei permessi per utilizzare la fotocamera ed il microfono.