Da oggi Google Translate ha un nuovo rivale in grado di effettuare traduzioni ancora più accurate, almeno secondo quanto dichiarato dai creatori di questo nuovo servizio. Si chiama DeepL, è nato da un'azienda informatica tedesca ed è in grado di sfruttare l'intelligenza artificiale per facilitare gli utenti con le traduzioni automatiche. Come spiegato dalla compagnia, "DeppL.com offre traduzioni dalla qualità impareggiabile, segnando una svolta nel campo dei sistemi di traduzione automatica neurale".

La conferma arriva dagli stessi utenti che hanno provato il servizio garantendo risultati soddisfacenti poiché il sistema anziché eseguire una traduzione letterale prova a cogliere il senso della frase. Dai primi test effettuati attraverso l'utilizzo del servizio di traduzioni DeepL è stato evidenziato che i traduttori hanno preferito i risultati di DeepL alle varie altre soluzioni online poiché si è rivelato tre volte migliore. Per valutare il servizio è stato utilizzato il punteggio BLEU (Bilingual evaluation understudy) che confronta i testi tradotti meccanicamente con quelli prodotti da un traduttore.

Il servizio DeepL Traduttore ha battuto il record nei punteggi BLEU, così come spiegato dal fondatore e amministratore delegato Gereon Frahling: "Abbiamo ottenuto dei miglioramenti notevoli nell'architettura delle reti neurali. Disponendo i neuroni e le loro connessioni in modo diverso, abbiamo permesso alle nostre reti di mappare il linguaggio naturale in modo più completo rispetto a qualsiasi altra rete neurale fino ad oggi".

Per ottenere questi risultati il team dell'azienda con sede a Colonia utilizza un supercomputer in Islanda, con una capacità di 5,1 petaFLOPS (5 100 000 000 000 000 di operazioni al secondo) che permettono di tradurre un milione di parole in meno di un secondo: "Grazie all'abbondante disponibilità di energie rinnovabili, possiamo addestrare le nostre reti neurali in Islanda in maniera efficiente sotto il profilo dei costi. Continueremo a investire nell'hardware ad alte prestazioni". Ad oggi il traduttore DeepL supporta 42 combinazioni linguistiche tra Italiano, Inglese, Tedesco, Francese, Spagnolo, Olandese e Polacco. Nel frattempo le reti neurali si stanno allenando per consentire al software di supportare nuove lingue che saranno introdotte nei prossimi mesi tra cui il mandarino, il giapponese e il russo.