Se siete già stati in ferie al mare l'avrete sicuramente già vista, se non siete ancora andati in vacanza probabilmente la vedrete. È la particolare maschera dedicata allo snorkeling di Decathlon, che quest'anno sembra essere diventata estremamente popolare anche tra chi vuole semplicemente immergersi tra le acque della propria località di vacanza. Si chiama Easybreath e ha una particolarità impossibile da ignorare: a differenza delle maschere tradizionali, questa copre l'intero volto e non richiede quindi il classico boccaglio.

Per questo al primo "avvistamento" si potrebbe pensare ad un accessorio particolarmente strano: oltre alle dimensioni, la maschera presenta anche una sorta di antenna sulla parte superiore che, di fatto, rappresenta il punto di ingresso dell'aria. Chi la indossa sembra un alieno, ma se quest'anno la Easybreath è diventata virale un motivo c'è: la comodità. La maschera aderisce al volto – per questo è importante scegliere la dimensione corretta – e lo ricopre interamente, comprendendo occhi, naso e bocca. Questo significa che durante le immersioni non si corre il rischio di bere acqua o anche solo di bagnarsi le labbra con acqua salata, godendo peraltro di una visuale panoramica dei fondali.

Elemento ancora più importante, con questa maschera si respira normalmente, ovviamente a patto di tenere il boccaglio fuori dall'acqua. Una volta immerso, però, questo si chiude e non consente il passaggio del liquido. Che, nel caso dovesse entrare, può essere espulso dall'apertura posizionata davanti alla bocca. Fondamentale anche la possibilità di parlare: durante lo snorkeling è utile poter fornire brevi indicazioni ai propri compagni o anche solo richiamare la loro attenzione. Insomma, c'è un motivo se quella maschera che continuate a vedere in spiaggia è così diffusa. Bisogna solo superare il timore di indossare delle forme così ingombranti.