Mark Zuckerberg ed il suo team continuano la lotta contro le fake news all'interno di Facebook e negli ultimi giorni ha avviato il rollout della nuova sezione "Related Articles", già da qualche mese in fase di test su alcuni profili. Attraverso gli articoli correlati il team del colosso di Mountain View ha l'obiettivo di contrastare la condivisione di bufale e simili che troppo spesso diventano virali all'interno dei social network.

Dai primi test effettuati dagli ingegneri della nota piattaforma blu è stato evidenziato che l'introduzione degli articoli correlati ha permesso agli utenti di distinguere con più facilità se una notizia condivisa su Facebook fosse vera o falsa. Nel dettaglio attraverso questa nuova sezione che sfrutta il machine learning il team di Facebook sarà in grado di offrire agli utenti più fonti relative allo stesso argomento così da poter offrire agli utenti la possibilità di confrontare gli articoli e individuare eventuali fake news. Inoltre ora la sezione evidenzierà anche eventuali articoli verificati dal team del social network così da offrire anche notizie "certificate".

Inizialmente la funzionalità sarà disponibile solo in America, nei Paesi Bassi, in Francia e Germania, Paesi in cui Facebook possiede partner che collaborano nella verifica delle notizie, ma sarà successivamente estesa anche nel resto del mondo. L'obiettivo di Zuckerberg con l'introduzione degli articoli correlati è quello di offrire sempre più fonti agli utenti per garantire più punti di vista differenti su uno stesso argomento.