Con un post pubblicato sul newsroom di Facebook, i vertici del social network annunciano il rilascio di una nuova applicazione che, sfruttando un sistema di riconoscimento facciale, scansiona tutte le foto salvate sullo smartphone, le divide in gallery fotografiche e le prepara per essere condivise con tutti gli amici presenti all'interno delle singole immagine. Con Facebook Moments gli sviluppatori del Creative Labs permettono a tutti gli utenti iscritti alla piattaforma di semplificare la condivisione delle foto con gli amici offrendo un sistema di tag del tutto automatico. In pochi secondi l'app Moments è in grado di analizzare tutte le immagini salvate sul dispositivo e con un click sarà possibile condividere con i propri amici.

Facebook Moments, la nuova app per condividere le foto solo con gli amici

Se le persone taggate all'interno della foto utilizzano già Facebook Moments vedranno comparire in automatico le immagini all'interno dell'app per smartphone, in alternativa riceveranno un messaggio in Facebook Messenger che li avviserà che sono stati taggati un una serie di foto all’interno di Moments. Al momento Facebook Moments è disponibile per il download gratuito tramite App Store e Google Play Store solo in alcuni Paesi, Italia esclusa. Come riportato dagli sviluppatori del social network il servizio verrà reso disponibile in tutto il mondo entro qualche settimana. Facebook introduce quindi una nuova applicazione sugli smartphone dei propri utenti e, sfruttando il vantaggio degli oltre 700 milioni di account attivi in Facebook Messenger non avrà grosse difficoltà ad invogliare gli iscritti a provare questa nuova applicazione in grado di taggare automaticamente tutti gli amici presenti all'interno delle singole foto. Nella giornata di ieri, inoltre, il CEO di Facebook Mark Zuckerberg ha annunciato la volontà di realizzare sempre più tool in grado di aiutare gli utenti: "Ci sono molte più cose che possiamo fare. Siamo un luogo unico in cui possiamo fare queste cose a causa della nostra portata e c'è un vero e proprio interesse nella nostra community per questo aspetto. Sono davvero entusiasta di creare altri tool come questi e orgoglioso del fatto di poterlo fare".

Vota l'articolo:
4.25 su 5.00 basato su 120 voti.
Articolo a cura di
Aggiungi un commento!