Facebook è senza dubbio il social network più utilizzato al mondo con oltre 2 miliardi di utenti attivi, una piattaforma in costante crescita che secondo le ultime informazioni diffuse dal fondatore e CEO Mark Zuckerberg punterà sempre di più ai contenuti video. Come confermato dallo stesso Zuckerberg, infatti, presto la piattaforma blu aprirà la nuova sezione Facebook Watch che ospiterà show ad episodi e video di tendenza. Tra i settori su cui la piattaforma blu punterà maggiormente nella distribuzione dei video non mancheranno i videogiochi e gli e-sport.

A riguardo negli ultimi giorni la redazione di Corriere.it ha intervistato due responsabili dell'azienda di Menlo Park: Franco De Cesare, Head of Console & Online Gaming, e Brian Pope di Facebook Games. Come spiegato da Franco De Cesare, ad oggi Facebook vanta oltre 800 milioni di persone che utilizzano i videogame su Facebook: "Abbiamo attivato importanti collaborazioni come con Blizzard, per fare in modo che tutti i giochi di Battle.net possano essere trasmessi in streaming sulla nostra piattaforma. Abbiamo anche una divisione che si sta occupando di realtà aumentata e una delle aree cui oggi siamo maggiormente interessati è quella dei videogiochi. I gamer rappresentano una delle comunità più vibranti che esistano e molto spesso l’engagement delle community avviene attorno ad essi".

Non solo Gameroom e Instant Games, dunque, in futuro la piattaforma blu potrebbe ospitare anche titoli più complessi, come confermato anche da Brian Pope: "Gli e-sport saranno prioritari per noi, anche perché si sposano alla perfezione con la nostra mission". L'azienda di Menlo Park è ora al lavoro per studiare nuove soluzioni per la monetizzazione dei contenuti, argomento molto importante se l'obiettivo è quello di sottrarre a piattaforme come YouTube studi di sviluppo e creator di primo piano: "Esistono già degli strumenti che mettiamo a disposizione degli influencer, il nostro obiettivo è diventare la più sofisticata compagnia di advertisement al mondo, creando soluzioni che garantiscano il ritorno degli investimenti per gli inserzionisti".

Mark Zuckerberg ed il suo team hanno ora l'obiettivo di attrarre il maggior numero di creator, oggi attivi su altre piattaforme come YouTube e per farlo affermano: "Facebook è una piattaforma in cui è estremamente facile scoprire nuovi contenuti, a tutto vantaggio di coloro che vi si affacciano per la prima volta. E poi c’è il lato social: chi meglio di noi per condividere i contenuti? Si tratta di un grande vantaggio per gli influencer, perché aumenta la longevità dei loro lavori, che vengono visti sia quando sono proposti in diretta, che successivamente quando vengono condivisi".